November 2013 Blog Posts

Giornata molto piena!

Visual Studio Online e’ tra noi. Niente di diverso da Team Foundation Service fino a ieri, ma con molto di piu’.

Prima di tutto: i piani. Ora abbiamo tre piani: Basic, Professional e Advanced. Il Basic e il Professional hanno lo stesso set di funzionalita’, a parte il fatto che il Professional include una sottoscrizione mensile per Visual Studio Professional. Si, l’IDE! E ovviamente si hanno cinque utenti gratuiti con Visual Studio Online Basic plan, come oggi.
L’Advanced e’ un’altra storia – e’ il piu’ grande e completo, ma senza la sottoscrizione all’IDE.

Codename Monaco e’ qualcosa di incredibile – finalmente sono riusciti a includere alcune funzionalita’ di Visual Studio all’interno del browser, come IntelliSense. Si. Visual Studio nel browser. Solo per Azure Web Sites al momento, ma il passo e’ breve!

InRelease viene cambiato di nome, diventandoRelease Management for Visual Studio 2013. E Visual Studio 2012 non viene ignorato – l’Update  4 e’ disponibile!

Infine, Application Insights e’ la nuovissima feature di Visual Studio Online – chiude il gap per una soluzione di monitoring che non sia SCOM.

Una delle cose migliori di Visual Studio ALM e’ che si tratta di una piattaforma in continua evoluzione. Application Insights e’ l’ultima aggiunta alla famiglia, migliorando la storia di monitoring con Visual Studio Online.

MMA

Prima di tutto, bisogna scaricare l’ultimo Microsoft Monitoring Agent. Questa versione permette di configurare sia Visual Studio Online Application Insights sia l’integrazione con SCOM, e’ un grande passo avanti. Si possono monitorare applicazioni .NET e Java, che girano sia on-premise che su Windows Azure, e app Windows Phone 8.

 MMA3

Dopodiche’ si devono inserire Account ID e Instrumentation Key. Sono chiavi uniche del Visual Studio Online account.

 MMA4

MMA5 

E’ possibile poi selezionare Microsoft Update come sorgente per gli aggiornamenti. E’ l’opzione raccomandata, e a meno che non si abbia un’altra sorgente a disposizione (WSUS, SCCM) non si ha molta scelta :)
 
 MMA6

Finito. Una volta finita l’installazione, il command prompt di configurazione si aprira’ in automatico, scansionando IIS. Lo sto facendo girare su una VM demo di Microsoft, quindi non facciamo caso alle applicazioni ospitate. Quella che ci interessa e’ FabrikamFiber.Web.

MMA8MMA9MMA10

Ora c’e’ solo bisogno di lasciarlo macinare qualche minuto, per iniziare ad ottenere i nostri dati. Nel frattempo, una delle tante cose che sono possibili e’ creare una dashboard che riassuma le statistiche – ecco come:

MMA11

Esatto. Basta solo dare un nome e selezionare la Applicazione che vogliamo utilizzare per aggregare i dati. :)

MMA12
Le opportunita’ sono molte: si puo’ monitorare l’Applicazione per affidabilita’, per le performance o sulla base di una particolare metrica per un problema specifico.