February 2013 Blog Posts

"C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera."

Thoreau così declamava, e non aveva tutti i torti.

Oggi ho rassegnato le mie dimissioni da Avanade Italy, per raggiungere un obiettivo mi ero prefissato da anni: trasferirmi nel Regno Unito.

Come alcuni di voi sapranno, dal mese prossimo abbandonerò l’Italia per approdare nel verde Somerset, nel sud dell’Inghilterra. Se vogliamo è la fine di un ciclo e l’inizio di uno nuovo, i Maya non hanno sbagliato poi di molto…Smile Ne sono estremamente felice, in quanto come da aforisma di Thoreau, è esattamente ciò che volevo fare della mia vita!

Cosa faro lassù? Mi unirò al team R&D di Quest Software – da poco acquisita da Dell – per occuparmi di Team Foundation Server ed ALM da una prospettiva per me completamente nuova, ossia quella del ‘prodotto’ e non della consulenza. I miei principali contatti saranno un Visual Studio ALM Ranger e un membro di Scrum Alliance.

Si tratta di un vero e proprio reset: casa nuova, auto nuova, nuovi colleghi, nuove community, nuovo mondo. Ciò non significa di certo che abbandonerò gli amici, i conoscenti e le community italiane.

Se DomusDotNet cammina agevolmente da sola (e comunque non è un motivo valido per abbandonarla, perdipiù da socio fondatore), GetLatestVersion.it gattona ancora. Insomma, UK o non UK tenterò per quanto possibile di essere ancora parte delle attività italiane, a partire dai Community Days di domani, e passando per DotNetCampus il 13 Aprile.

Di ringraziamenti ne devo tanti, a tante persone. In particolare Lorenzo, Alessandro, Gian Maria, Nicolò, Massimo per motivi vari, che ognuno sa nel dettaglio Smile chi non è stato menzionato non è perchè non mi interessi, semplicemente non è stato tartassato quasi quotidianamente Smile

Quindi, posso iniziare il countdown: cinque settimane esatte al mio primo giorno.

Ecco un’altra funzionalità annunciata ad ALM Summit, presente nella CTP dell’Update 2, che la aggiungerà on-premise, oppure se siete utenti di Team Foundation Service dove è già presente, dopo che è stata impostata la giusta feature flag Smile

Abilitare il Test Case Management via web non è solo questione tecnologica. Come si può immaginare, apre un ampio spettro di possibilità per le attività di testing, in quanto non si è piu legati a uno strumento come Test Manager per la QA ma si può usare la UI web.

Si può trovare sotto il nuovo TEST hub: image_thumb e permette di interagire con tutti i test plan esistenti.

Posso aggiungere test case come in MTM!

image_thumb2

Notiamo che anche i test case sono già integrati con il nuovo sistema di tag.

E poi posso anche eseguirli, si aprirà in automatico il test runner in formato web:

image_thumb4

In questo modo l’intero ciclo di esecuzione è accessibile da web. Pensiamo a questo scenario: un pezzo di codice da far girare su un HP Supedome [HP-UX , un mainframe] e ovviamente non si può installare MTM sul Superdome. L’utente non conosce MTM e non ne ha nemmeno bisogno, visto che Web TCM risolve questo Smile e non solo, ovviamente.

Abbiamo visto l’overview generale della piattaforma, abbiamo visto in dettaglio il client, ed ora è il momento del server di Visual Studio ALM: Team Foundation Server.

WP_20130116_001 (1)

Questo libro è considerato ‘la Bibbia’ per chiunque lavori con Team Foundation Server. Copre in dettaglio tutto quello che si deve sapere e che si dovrebbe sapere.

Perchè dico ciò? “deve” e  “dovrebbe”?

La ragione è molto semplice: il libro non p solo un compendio di documentazione, tutorial, etc. ma utilizza l’esperienza diretta dal campo. Quindi gli autori (Ed Blankenship – Program Manager for Test and Lab Management, Martin Woodward – Program Manager for Team Foundation Server cross-platform tools, Grant Holliday – Senior Premier Field Engineer and Brian Keller – Principal Technical Evangelist for Visual Studio ALM) hanno condiviso il loro know-how frutto di anni di esperienza, in modo da fornire il libro più completo in assoluto sul tema.

L’indice è piuttosto chiaro: copre tutto, dal planning per l’installazione e la configurazione fino alla manutenzione, 27 capitoli in totale.

Un esempio dell' esperienza diretta di cui parlavo prima è dato dal capitolo a riguardo della pianificazione del deployment: si può leggere persino una stima generica (aderente alla realtà) sui tempi, estremamente utile se non si è propriamente pratici del prodotto nel dettaglio e c’è bisogno di avere un’idea di un eventuale effort per una data attività.

Quindi vale la pena averlo, anche se si ha la versione 2010. Il libro è stato aggiornato con le novità della versione 2012, ed è il caso di averlo se si lavora con Team Foundation Server in un ruolo che non sia quello dell’ ‘utente’.