Uno dei focus della prossima release di Visual Studio sarà la collaborazione fra team di sviluppo e reparti IT. Se fino ad oggi il controllo sulle applicazioni che vengono sviluppate arriva alla fase di preproduzione grazie al Team Lab Management, con vNext anche il monitoring delle applicazioni in produzione entra a far parte della gestione del ciclo di vita del software in maniera totalmente integrato.

Questa integrazione possiamo provarla già oggi, in quanto è stata rilasciata una CTP del connettore fra System Center Configuration Manager 2007 e Team Foundation Server 2010! Non si tratta del già esistente connettore fra SCOM e TFS per il monitoraggio dello stato del server, ma bensì di una soluzione di integrazione bidirezionale fra i due prodotti che permette di veicolare i dati provenienti dai server di produzione (es. degli IIS in cluster sulla DMZ, esposti direttamente su web, piuttosto che applicazioni serverside classiche residenti in Intranet) e di integrarli come Work Item all’interno di TFS. In questo modo è possibile permettere a chi lavora nel reparto IT di lavorare come sempre ma anche di collaborare in modo trasparente con il team di sviluppo, ad esempio se arriva un alert di Operational Issue su un server di produzione…

…si può verificare se si tratta di qualcosa di noto oppure se c’è la necessità di indirizzare il problema al team di sviluppo.

Ogni progetto in Team Foundation Server viene mappato in Operations Manager, e questo mapping permette di passare dati in modo trasparente a TFS in questo modo…

Tutto questo permette di iniziare ad avvicinare anche le metodologie di operations management (MOF, ITIL) a quelle di sviluppo, rendendo il passaggio dalle une alle altre sempre meno traumatico. La CTP è liberamente scaricabile e, per quanto sia una CTP, è molto stabile.

posted on Monday, July 4, 2011 9:07 AM | Print
Comments have been closed on this topic.