Oggi ero in libreria per comperare dei libri da leggere come compito delle vacanze, dei classici: Italo Calvino col suo "Castello dei destini incrociati", Erasmo da Rotterdam, "Elogio alla follia", "La locandiera" di Carlo Goldoni e il sempreverde "Principe" di Niccolò Machiavelli. Mi rendo conto come oramai la lettura non interessi più ai miei coetanei, ne vedo sempre meno...e non parlo di letture tecniche, perchè so che li sono io "il precoce", "lo strano", ma parlo di grandi classici come i succitati, o anche altri.

Io personalmente ho sempre adorato leggere, senza distinzioni per genere, dai libri di Tom Clancy ("Rainbow Six", "Potere Esecutivo", "La grande fuga dell'Ottobre Rosso") a "Il Codice da Vinci" e il suo sequel-prequel, a seconda di come lo si può considerare, "Angeli e Demoni", fino ad arrivare al BELLISSIMO "Piccolo Principe", ma anche "Il Giornalino di Gianburrasca" o "Pinocchio" (che ho poi adorato nella versione televisiva di Luigi Comencini).

Mi chiedo il perchè di questo abbandono della lettura. Capisco bene che ormai con Internet si può avere tutto, ma la bellezza di rilassarsi leggendo un bel libro...non ha prezzo!!!

Un bel libro...ha tante belle qualità per essere tale, oltre alla trama. Deve avere una buona qualità delle pagine, un carattere facilmente leggibile e che non stanchi la vista, anche la copertina deve essere fatta bene, con buoni materiali. Però con molto molto dispiacere noto che le librerie trattano male i libri...oggi ho comperato solo il libro di Calvino, nonostante ci fossero sia "La locandiera" che "Elogio alla follia", per via delle condizioni degli altri due.
Pagine raggrinzite, piegate, addirittura strappate. Copertine piegate e con rimasugli di colla di bollini di vecchie promozioni che sono stati staccati malissimo. Io se devo comperare un libro ci tengo che sia intatto in ogni sua parte, lo sfoglio, lo giro e lo rigiro, sono arrivato a rinunciare a un "Programmare Visual Basic 2005: Il linguaggio e il Framework" a metà prezzo perchè era rovinata la rilegatura, praticamente rimaneva sempre aperto. Non mi interessa il fattore prezzo per queste cose, per me i libri sono sacri e devono essere perfetti...in ogni loro parte...

Scusate il post lungo, ma un po di sfogo ci voleva...

Saluti.

posted on Wednesday, June 20, 2007 1:43 PM | Print

Comments

Gravatar
# re: I libri...
Posted by Marco Lai on 6/20/2007 1:56 PM
wow pensavo fossi solo io il maniaco dei libri!! Anche a me piace che i libri siano perfetti mi da fastidio se a esempio sono sottolineati o hanno pagine piegate!! Naturalmente il libro va utilizzato/manipolato al massimo ma c'è gente che durante l'uso gli distrugge e altri (me compreso) che tengono il libro sempre in buono stato. Mi piace rispettarli come se fossero vivi!

Ciao
M.Lai
Gravatar
# re: I libri...
Posted by Alessandro Ghizzardi on 6/21/2007 4:49 PM
Sono d'accordo con tutto.. ma non aver letto ancora La Locandiera... ahi ahi :)
... e non sono neanche d'accordo sul fatto che Il Principe sia un sempreverde... :)
Comments have been closed on this topic.