Trasparenza delle informazioni, casi reali

 

L'accesso trasparente alle informazioni tanto per un team quanto per l'intera azienda genera  valore

Le tesi più diffuse sono che con la trasparenza emergono le difficoltà in modo che possano essere affrontate e superate ed emergono le opprtunità in modo che possano essere colte  -  e che la disponibilità delle informazioni mette i dipendenti in condizione di assumersi respansabilità efficacemente

Più di mille tesi riporto alcuni casi reali di aziende

 

Body shop è una catena di negozi di cosmetica naturale (The Body Shop)
E' stata fondata nel 1970 e la sua disinvoltura nei confonrti della verità sembrò poco meno che ridicola agli occhi dell'industria cosmetica tradizionale. Il successo fu immediato e la Body Shop raggiunse un tasso annuo di crescita del 50%, e
la sua fondatrice Anita Roddick venne premiata in Inghilterra come imprenditrice dell'anno.

 

     2 aneddoti      -       

       -       Body Shop fu il primo a vendere shampo all' Henné che conteneva proprio henné. il problema è che l'ingrediente genuino puzza di ... letame di cavallo!!! Superarono il problema dichiarando candidamente "Non preoccupatevi se puzza un pò di letame: è l'odore dell'henné genuina"

       -       il primo logo originale di Body Shop e le prime ettichette furono disegnate da uno studente d'arte,  Jeff Harris, che fu pagato 20 sterline

Fonte: Lo spirito creativo, D. Goleman 

Tags :   |  |  |  |

 

Print | posted @ Tuesday, June 3, 2008 2:40 PM

Comments have been closed on this topic.