July 2007 Blog Posts

Liberare il cambiamento

Ho già postato su come facilitare e promuovere il cambiamento perché il mondo cambia velocemente nel IT. Aggiungo anche questa annotazione dalla lettura che sto facendo:   Non sempre il cambiamento assume una forma che ci aspettiamo o che ci aggrada, allora dobbiamo imparare a trattenerci, a dire di no a noi stessi e all'istinto di imporre il nostro approccio e il nostro modo di vedere. Dobbiamo accettare che ci sia un modo diverso e autonomo di integrare ciò che gli altri incontrano sulla loro strada. Sostenerli e indirizzarli nei momenti di bisogno e appoggiarli nella loro ricerca di indipendenza.    Questo lo chiamerei liberare il...

Disciplina, è utile? a cosa? e come?

Proseguo le annotazioni dalla lettura che sto facendo, I no che aiutano a crescere di Asha  Phillips.     Quando è utile La disciplina è utile quando aiuta a coltivare la passione e il coinvolgimento e insegna a conoscere, capire ed adattarsi alle regole per farne buon uso. I limiti possono rappresentare delle restrizioni ma hanno anche la funzione di proteggere e in questo modo aiutano ad acquisire sicurezza. La disciplina è utile anche perchè insegna l'arte di stare in compagnia e gestire i conflitti e l'aggressività in modo vantaggioso. Insegna a conservare la propria individualità pur facendo parte di un gruppo.   Applicarla bene Nel applicare la disciplina...

Creatività e successo

Sono incappato in questa citazione di Mark Twain:  « Un uomo con una nuova idea è un pazzo finché la sua idea non ha successo » Mi è capitato di incontrare uomini con buone idee bloccati da un timoniere senza il coraggio di esplorare e uomini con un'idea "farlocca" che si fanno forza dietro il timonienre proprio sapendo che non gli lascerà esplorare. In entrambi i casi questa rappresenta una  strada chiusa e non la trovo di gran vantaggio visto che  una grossa fetta delle scoperte di successo del nostro tempo sono iniziate proprio con un errore: la penicellina i raggi X ...

Superare una difficoltà insieme

Riporto alcune note da un libro interessante che sto leggendo: I no che aiutano a crescere di Asha  Phillips. Mi sembrano interessanti riguardo il superare le difficoltà in team, il chiedere e ricevere aiuto, l'imparare cose nuove dai colleghi e ricambiare. A una visione con due uniche alternative, il fallimento o il successo promuove l'alternativa intermedia di un necessario percorso di apprendimento da fare insieme quando non si riesce a fare qualcosa da soli.   Tags :  Team Work | Team building | «Per diventare più forti bisogna riconoscere di non poter fare tutto immediatamente. Per acquisire qualcosa dagli altri bisogna pensare che abbiamo qualcosa da offrire. Condizione necessaria per chiedere...

Dire di no

In un post precedente ho scritto di leader che "non sanno dire di no, non vogliono scontentare nessuno". Capitano ad esempio situazioni in cui quando ci sono le stime, l'utente ha scelto le priorità, gli sviluppi sono messi a calendario, costantemente arrivano nuove impegni, richieste, lavori  che il responsabile di progetto non sa schermare perché non sa dire di no. La lista di casi in cui dire no e come: No, this doesn't fit our priorities. Se stai conducendo il progetto con metodi agili, gestire questa situazione è più facile. Se la richiesta arriva dall'utente che ha stabilito le priorità...