dicembre 2016 Entries

Non ascoltare per rispondere

Ripete con me, almeno, una decina volte: Non ascoltare per rispondere. Moltissime persone sono impazienti di dare una risposta, troppo impazienti. L’impazienza (spesso accompagnata dalla voglia di prevaricare) porta inevitabilmente a smettere di ascoltare chi parla. Ci concentriamo immediatamente sulla risposta, perdendo di vista quale è il verso scopo della conversazione: Comprendere il punto di vista altrui. Fate un favore a voi stessi, e al vostro interlocutore: ascoltate per comprendere, non per rispondere.

posted @ venerdì 30 dicembre 2016 8.52 | Feedback (0)

Le “projection” non esistono

Vorrei lanciare un’altra provocazione, simile a i “fat event” non esistono: ci serve veramente il modello in lettura? Non ne sono più così sicuro. Seguitemi. Se modelliamo il nostro requisito affidandoci alla consistenza eventuale come unica soluzione del problema, allora si abbiamo bisogno sia dei fat event che delle projection. Ma se la composizione delle informazioni avviene a livello di UI, è la UI stessa che rappresenta la projection in questione; riprendiamo un esempio che abbiamo già usato: Ora, tentazioni. La prima tentazione è di avere, nel nostro mondo, una cosa del tipo:...

posted @ mercoledì 28 dicembre 2016 7.12 | Feedback (4)

168, ovvero tre consigli per gestione del tempo

Sono le ore in una settimana, se siamo tra quelli il cui mantra è “non ho tempo”, probabilmente è solo perché non siamo capaci di organizzarle al meglio. How to gain control of your free time è molto interessante e vale i 12 minuti che si porta via. Tre consigli che con me funzionano: pianificate quello che dovete per forza fare date una priorità a quello che vorreste fare mettetevi l’anima in pace e accettate il fatto che non si può arrivare dappertutto

posted @ lunedì 26 dicembre 2016 18.47 | Feedback (0)

Un po’ di libri, un po’ :)

Settimana scorsa a Mestre abbiamo discusso di come funzioniamo internamente in Particular. Ho accennato ad alcuni libri: I testi riportati affrontano molti degli argomenti di cui abbiamo discusso da prospettive molto diverse tra loro. Non sono tutti necessariamente orientati all’organizzazione aziendale, come ad esempio il primo di Kathy Sierra, ma in qualche modo tutti sono funzionali al cambiamento. In ordine di apparizione: Badass, Kathy Sierra Consciuos Capitalism, John Mackey & Raj Sisodia It’s not luck, Elyahu M. Goldratt The Open Organization, Jim Whitehurst ...

posted @ venerdì 23 dicembre 2016 9.21 | Feedback (0)

Le basi, le basi…LE-BA-SI!

Flux è un interessante esempio di come le basi architetturali e la conoscenza dei pattern siano un bene inestimabile quando si cambia lo stack tecnologico. Per piacere personale sto studiando React e tutto il mondo che gli sta intorno, tra cui ad esempio Flux, Redux, e amici vari. Mentre leggevo qua e la, pressoché ovunque, c’erano enormi cartelli che recitavano più o meno: Flux e Redux sono molto, ma molto, ma proprio molto complessi…evitateli fintanto che non ne avete veramente bisogno. Per scrivere applicazioni con React non avete bisogno di Flux...

posted @ mercoledì 21 dicembre 2016 7.29 | Feedback (1)

L’importanza dell’ambiente di lavoro

Federico qualche tempo fa commentava: La domanda e': come possiamo "educare" gli altri engineers a PENSARE invece di accettare tutto quello che viene proposto? Detto che credo sia una delle domande esistenziali, da noi è stato fatto un lungo percorso per stimolare la crescita del pensiero critico. A posteriori direi che ci sono alcune cose che sono fondamentali perché emerga: Deve essere chiaro che il fallimento non è una colpa e non è una macchia indelebile, anzi fallire significa che stai sperimentando Le critiche,...

posted @ lunedì 19 dicembre 2016 8.24 | Feedback (0)

Processo porta solo altro processo

I processi aziendali tendono ad essere un po’ come la burocrazia, si auto sostengono e si diffondono a macchia d’olio come un virus. Quando dicevo che un’azienda basata su concetti che comunemente definiamo di self-managment non deve scivolare nell’anarchia mi riferivo proprio al fatto che i processi aziendali non si possono eliminare, non è una comune in cui allegramente viviamo tutti felici facendoci gli affari nostri come e quando ci pare. I processi sono necessari, il problema di quando si comincia a pensare ai processi è che si tende con molta facilità a scivolare in modalità “devo gestire...

posted @ venerdì 16 dicembre 2016 7.06 | Feedback (0)

Le informazioni generano instabilità

Stiamo osservando un interessante fenomeno: l’accesso a informazioni che tipicamente un dipendente non conosce può generare stress e instabilità. Il problema di per se una volta osservato è abbastanza semplice, e si potrebbe anche ribaltare dicendo: l’ignoranza ti protegge da ciò che non sai interpretare. Diventa quindi un aspetto fondamentale che l’informazione porti con se tutti gli strumenti atti a comprenderla in tutti i suoi dettagli e sfumature e a comprenderne le implicazioni quando calata nel contesto attuale. Se non c’è stata una fase educativa o se gli...

posted @ mercoledì 14 dicembre 2016 6.49 | Feedback (0)

XE Community Meeting - Lavorare in team

Venerdì a Mestre sarà l’ultimo evento del 2016. Quest’anno ho perso il conto ma ne ho fatti non pochi per i miei ritmi, e mi sa che l’anno prossimo si ricomincia a fare anche quelli UK il che non è che mi dispiaccia. Fatta questa inutile premessa fatemi tornare all’oggetto del contendere: Il community meeting di XE – Lavorare in Team. Storia di un lavoratore remoto Lavoro da remoto, come Solution Architect, per Particular Software; Il lavoro da remoto è fantastico, porta tanta autonomia nella mia vita quotidiana, il problema è che...

posted @ martedì 13 dicembre 2016 10.35 | Feedback (0)

La pagina dei talk, ovvero: quanto mi diverto con Jekyll

Ogni tanto metto mano all’infrastruttura del mio blog in inglese che è ospitato su GitHub e usa Jekyll. Mai scelta fu più azzeccata. Durante il weekend ho aggiunto al pagina dei talk che elenca i talk pronti per essere erogati e la lingua in cui sono disponibili. Non sono ancora tutti, ma il weekend è finito :-) Una delle cose che ho fatto durante il weekend, qui trovate tutto il resto (in stile Kanban su waffle.io) che vorrei fare, è stato configurare Jekyll per girare su Bash on Windows e non direttamente su Windows. I...

posted @ lunedì 12 dicembre 2016 7.49 | Feedback (4)

Siccome LinkedIn…

…come generatore di spam non è abbastanza Bomber, ti suggeriscono anche come diventare spam bomber: Inoltre…ma N/A…ma c@@@@… Forse sarebbe il caso di rendersi conto che la piattaforma di messaggistica non genera interesse, se non altro nel sottoscritto. Considerando che: Nella sezione notifiche: tutto è disabilitato Rispondo a quei tre messaggi che ricevo all’anno con ritardi biblici Cancello tutti i messaggi a cui non rispondo, tipicamente recruiter-spam un minimo di machine learning, da asilo nido, farebbe capire che: no, grazie no, ma a...

posted @ domenica 11 dicembre 2016 12.32 | Feedback (0)

Services UI Composition: la ricerca, maledetti utenti

Una delle cose su cui ho stressato molto a Codemotion durante il workshop “Microservices development deep dive” e forse ancora di più nella maratona di 50 minuti all’evento KLab è quanto sia rischioso, in un sistema distribuito, condividere dati: All’aumentare della condivisione perdiamo facilità di evoluzione. La ricerca sembra essere uno di quegli argomenti/requisiti che può essere risolto solo ed esclusivamente con un calderone unico in buttare dentro tutto ciò che è cercabile. Ma è veramente così? Quando Google arrivò ed educò gli utenti che una ricerca poteva essere semplice e non...

posted @ venerdì 9 dicembre 2016 17.05 | Feedback (0)

Un doveroso grazie ai ragazzi di @klabcommunity.

Anche l’ultimo evento KLab del 2016 è andato, io personalmente mi sono divertito parecchio. Mi rendo conto che comprimere in 50 minuti quello che di solito si fa in 2 giorni di workshop è un delirio niente male, ho fatto del mio meglio per trasmettervi cosa vuol dire realizzare un’applicazione veramente distribuita. Le demo della serata sono disponibili su GitHub: https://github.com/mauroservienti/KLab-Services-UI-Composition-Demos. Nello stesso repository c’è un file demos.md che è il canovaccio che ho seguito durante la sessione, potete usare quello per ripercorrere la stessa strada. Ovviamente se avete domande fatevi sotto, il form...

posted @ mercoledì 7 dicembre 2016 7.43 | Feedback (0)

L’incubo della chat del portale Trenitalia.

Ma questi sono fuori. Sul portale c’è una chat, che sembra essere l’unico modo per contattarli con mezzi moderni, visto che su Twitter vi rimbalzano li: Solo che la chat funziona allo stesso modo di un call center, e se non sei veloce a scrivere e pigiare invio il tuto bel messaggio viene cancellato appena qualcuno è più veloce di te. Poveri noi :-(

posted @ lunedì 5 dicembre 2016 8.28 | Feedback (2)