March 2016 Blog Posts

Maintainers Groups

Il commento di Felice introduce un nuovo argomento: Maintainers Groups   immagino che il “tipo” di manager a cui ti riferisci sia quello che conosciamo nell’accezione tradizionale, in cui il PM si siede dietro la scrivania, crea il Gantt, se ne frega di cosa accade nel delivery e promette la “luna”. Si esatto, il manager a cui mi riferisco è quello nell’accezione tradizionale, quella negativa per capirci :-) Secondo me il problema non è “il manager”, poiché esisterà sempre qualcuno che dovrà “gestire” gli aspetti non tecnici...

posted @ Thursday, March 31, 2016 1:33 PM | Feedback (0)

Notifiche e time zone

Continuo la mia carrellata su come e perché lavoriamo in certo modo in Particular Software. Ho già accennato al problema notifiche sottolineando come il mio principale problema sia lo stress e l’incapacità altrui di rispettare certi limiti: Il problema però non si limita al sottoscritto che effettivamente è già di suo un discreto spaccam*roni e più invecchia più peggiora… Immaginate di lavorare per un’azienda in cui avete: colleghi sparsi su 17 time zone colleghi che vivono e lavorano in Israele dove ...

posted @ Monday, March 28, 2016 10:33 AM | Feedback (0)

SOA service model decomposition: un tentativo

Siamo partiti da questa immagine: Partendo dall’assioma che rappresenti un requisito espresso da uno stakeholder non tecnico, ad esempio un product owner o una porzione dell’information flow frutto di una analisi di user experience. Kudos a Luca che accoglie la sfida e ci prova: Io direi un ViewModel principale (che so ProductsViewModel) ed una serie di template in base a diversi fattori : origine dei dati, prospettive di evoluzione della UX, necessità di rendering, etc... È sbagliato? non necessariamente, è giusto? non necessariamente :-) dipende? non direi, diciamo...

posted @ Wednesday, March 23, 2016 1:45 PM | Feedback (0)

On working in Particular

Il mio nuovo lavoro, ma soprattutto alcuni dettagli logistici, mi sta facendo scoprire e/o approfondire tutta una serie di tematiche che prima erano o marginali o poco rilevanti, nei prossimi mesi ne scriverò in maniera più o meno approfondita. A grandi linee quello che vorrei affrontare come tematiche sono: Che cosa vuol dire lavorare per un’azienda “dispersed”, non “distributed”; Perché abbiamo deciso di eliminare i manager e perché questo non vuol assolutamente dire che ci sia una organizzazione piatta; Perché abbiamo deciso di eliminare i ruoli e cosa comporta; Che tool usiamo e che...

posted @ Wednesday, March 23, 2016 9:07 AM | Feedback (0)

DotNetLiguria: Workshop 1 Anno 2016

Workshop 1 Anno 2016 - Introduzione a DotNetCore, Microservice e ServiceFabric, una gran soddisfazione non c’è che dire. Slide: http://www.slideshare.net/mauroservienti/soa-ddd-e-microservices Esempi: https://github.com/mauroservienti/NServiceBus.Samples/tree/master/v5 L’esempio che abbiamo visto girare durante la mia sessione è il 14esimo: Il sistema più semplice per averlo up & running è installare i tool della Particular Platform, l’esempio usa dietro le quinte NServiceBus, scegliendo di configurare come minimo NServiceBus e ServiceControl: Questo fa si che tutte le code necessarie al funzionamento degli esempi siano create a correttamente configurate. Il file markdown relativo...

posted @ Monday, March 21, 2016 1:00 PM | Feedback (0)

Lavoro da remoto - strumenti: Slack

Continuo le mie dissertazioni, sempre alla rinfusa perché non ho nessuna voglia di impegnarmi in una serie di post, relative al lavoro da remoto per un’azienda dispersed. Abbiamo parlato di processo di assunzione, adesso permettetemi di saltare ad un argomento completamente diverso parlando di uno degli strumenti che usiamo quotidianamente per gran parte della comunicazione. Ammetto che prima di parlare di strumenti dovrei parlare di processo e spiegarvi che cosa sono Squad,  Guild, TaskForce, Maintainers Groups, etc. etc. ma questo post è in bozza da troppo tempo, inoltre Emanuele Bertolesi che desiderava sapere come usiamo alcuni strumenti,...

posted @ Tuesday, March 15, 2016 12:40 PM | Feedback (0)

Accorrete gente, accorrete

Workshop 1 Anno 2016 - Introduzione a DotNetCore, Microservice e ServiceFabric Per la serie come potete mancare ad un evento del genere? DotNetLiguria organizza questa serata per (s)parlare di DotNetCore, Microservice, SOA, DDD, ServiceFabric e Docker. Ci si vede li?

posted @ Thursday, March 10, 2016 10:38 AM | Feedback (0)

“No managers”

Mettiamo subito in chiaro una cosa non avere manager non significa ne avere un’organizzazione piatta ne tanto meno vivere nell’anarchia, significa principalmente rimuovere la classica organizzazione piramidale. Diciamo che ci sono due motivi che ci hanno spinto a rimuovere i manager e cercare un nuovo tipo di organizzazione: La nostra struttura aziendale non favorisce per nulla la presenza della figura in questione Un manager tipicamente è focalizzato sul risultato e non sul percorso che ha portato a quel risultato e questo è il male Mi focalizzo sul secondo punto perché...

posted @ Wednesday, March 9, 2016 1:22 PM | Feedback (1)

CloudConf 2016

Quest’anno avrò il piacere e l’onore di essere parte del team di speaker della CloudConf 2016 che si svolgerà a Torino il 10 marzo. L’argomento è uno dei miei cavalli di battaglia oltre ad uno di quelli che mi sta più a cuore: The road to a Service Oriented Architecture (SOA) is paved with a message based infrastructure One of the options on the table when implementing a Service Oriented Architecture (SOA) is based on messages and an enterprise service bus (ESB), this talk will introduce messaging basic concepts, drive you...

posted @ Thursday, March 3, 2016 1:53 PM | Feedback (0)

“dispersed”, non “distributed”.

Nel parlare di Particular Software una cosa molto importante da capire è la distinzione tra distributed e dispersed, noi siamo un’azienda dispersed, e in tutta sincerità questo complica non di poco le cose, ha anche tanti vantaggi sia chiaro. Distributed Un’azienda distribuita è caratterizzata da una serie di team distribuiti ma co-locati, i team sono generalmente co-locati nello stesso spazio fisico e lavorano, anche in questo caso tipicamente, sulla stessa cosa. Dispersed In un’azienda “dispersed” (non ho idea di come tradurlo) invece ogni persona è da sola, nel suo home office, nella sua time-zone e collabora...

posted @ Tuesday, March 1, 2016 11:07 AM | Feedback (0)

“dispersed”, non “distributed”.

Nel parlare di Particular Software una cosa molto importante da capire è la distinzione tra distributed e dispersed, noi siamo un’azienda dispersed, e in tutta sincerità questo complica non di poco le cose, ha anche tanti vantaggi sia chiaro. Distributed Un’azienda distribuita è caratterizzata da una serie di team distribuiti ma co-locati, i team sono generalmente co-locati nello stesso spazio fisico e lavorano, anche in questo caso tipicamente, sulla stessa cosa. Dispersed In un’azienda “dispersed” (non ho idea di come tradurlo) invece ogni persona è da sola, nel suo home office, nella sua time-zone e collabora...

posted @ Tuesday, March 1, 2016 11:07 AM | Feedback (0)