Embrace the change, come ?

Mi è capitato di parlare con colleghi del desiderio di innovazione (nuove tecnologie, nuovi modi di lavorare, etc.) che viene frustrato da aziende poco propense ad innovarsi. 

Accade anche la situazione opposta, manager che spingono per innovare e membri del un team che frenano.
Sembra che a questa situazione apparentemente paradossale ci sia una spiegazione:

La reazione tipica al cambiamento imposto è lo stress, il disagio e il fastidio.

Alcune tecniche per promuovere l'innovazione e realizzare il cambiamento in team sembrano essere poco efficaci:

  • Incentivi, come il bastone e la carota, sono poco efficaci a livello individuale
  • Condividere la *propria* soluzione e le *proprie* intuizioni con i colleghi influenza poco il loro comportamento
  • Le critiche costruttive tendono a focalizzarsi troppo sul problema.

Il punto è che

Per abbraciare il cambiamento bisogna farlo proprio.

cioè per diffondere il cambiamento si dimostra più efficace:

  • lasciare ai membri del team la ricerca di un modo per affrontare la nuova esigenza
  • chiedere ai membri del team come possono sviluppare nuove e migliori abitudini e modi di lavorare e come puoi aiutarli
  • che i membri del team possano fare proprio il cambiamento (essere parte attiva)

focalizzando l'attenzione su nuove idee e intuizioni, questo crea un'energia positiva sufficiente a bilanciare la naturale reazione negativa al cambiamento.

Fonte: Why Change Hurts
Appropondimenti: Change is pain? Focus is the power!

 

Tags :   |  |  |

Print | posted @ Friday, August 25, 2006 10:50 AM

Comments have been closed on this topic.