Alkampfer's Place

Il blog di Gian Maria Ricci
posts - 637, comments - 1069, trackbacks - 88

My Links

News

Gian Maria Ricci Mvp Logo CCSVI in Multiple Sclerosis

English Blog

Tag Cloud

Article Categories

Archives

Post Categories

Image Galleries

I miei siti

Siti utili

martedì 10 maggio 2016

Update VSTS–6 Maggio

Un altro aggiornato è stato fatto a Visual Studio Team Service il 6 Maggio, come sempre l’aggiornamento non è disponibile a tutti gli account immediatamente, per cui ho deciso di attendere qualche giorno prima di fare il post.

Anche in questo aggiornamento troviamo importanti novità, che il team spesso prende da UserVoice . In questa release finalmente abbiamo la possibilità di personalizzare il Process Template includendo campi booleani che vengono rappresentati come Check-Boxes.

Checkbox control added to a work item

Altre modifiche cosmetiche sono state fatte alle board, in cui è possibile ora scegliere se vedere o meno le annotazioni.

Un’altra interessantissima modifica è la possibilità di personalizzare le tile di tipo Query nelle Dashboard, cambiando i colori di sfondo in maniera condizionale. Ad esempio nella figura sottostante è stato chiesto di visualizzare il background in rosso se il numero di Bug Attivi eccede il valore di 40.

Selecting rules and colors for Query Tiles

Per quanto riguarda il Release Management, è stata introdotta la possibilità di utilizzare un repository Git o TFVC come sorgente di artefatti. In questo modo non è più necessario essere costretti a pubblicare tramite build script o altri artefatti per poterli usare in una definizione di RM.

Sono state introdotte inoltre REST API per interagire con il Release Management, in modo da rendere semplice interagire tramite codice con RM.

Come sempre ci sono altre modifiche minori e potete leggere tutta la lista nel sito ufficiale di Visual Studio.

Gian Maria.

posted @ martedì 10 maggio 2016 9.04 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

mercoledì 27 aprile 2016

Live update nella Kanban Board in VSTS

Una delle ultime novità per la Kanban Board in VSTS offre la possibilità di abilitare il “live update” per la board, attivabile selezionando una semplice icona a fianco delle impostazioni.

image

Figure 1: Icon to enable live update to Kanban Board

Una volta abilitata, la board rifletterà in tempo reale ogni cambiamento dei work item che sono rappresentati nella board stessa. Questo significa che modificando o riordinando o cambiando colonna o in generale modificando qualsiasi proprietà di un Work Item da qualsiasi sorgente (web, Visual Studio, Integratione con Excel, etc), i cambiamenti si rifletteranno immediatamente nella board.

Questa possibilità è interessante in accoppiata con la visione in full screen (l’icona a destra dei settaggi), che permette di visualizzare la board a pieno schermo. Questa funzionalità, assieme al Live Update, permette di mettere un monitor o televisione che mostra sempre in tempo reale la situazione della board.

Questa funzionalità è per ora solamente disponibile per VSTS.

Gian Maria.

posted @ mercoledì 27 aprile 2016 22.32 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

martedì 19 aprile 2016

Configurare TFS 2013+ con il Team Field

In alcuni articoli passati ho spiegato come configurare TFS o VSTS per utilizzare un solo Team Project, dividendo il lavoro logico con il concetto di Team in TFS. In tutti gli articoli l’approccio utilizzato è stato quello di configurare per i vari Team L’area Path e l’iteration path assegnati, in modo che ogni Work Item appartenesse al backlog di uno o più team in base all’area path o all’iteration Path.

Se avete TFS on-premise, dove potete configurare il process template, potete adottare una soluzione che spesso porta ad una configurazione più chiara, ovvero modificare il Process Template per far aggiungere un campo esplicito che determina l’appartenenza di un Work Item ad uno o più Team. Questo approccio viene chiamato Team Field e la sua configurazione viene descritta direttamente in MSDN.

Il processo da seguire è molto semplice, si crea una GLOBALLIST con la lista dei vari team, si configurano tutti i Work Item che sono visualizzati nelle varie board aggiungendo un campo custom ed infine si configura il processo per utilizzare tale campo invece dell’Area ed Iteration path.

Una volta effettuata questa configurazione, per ogni Team del vostro Team Project si dovranno scegliere i valori di tale campo per cui un Work Item è associato al team. Questo permette quindi di creare anche un Team chiamato Admin che ha associati tutti i valori possibili per tale campo, in modo che questo Team possa vedere tutto nella board.

A questo punto per assegnare un Work Item ad un particolare team si può semplicemente cambiare il valore del Team Field, rendendo il processo di assegnazione sicuramente più esplicito.

Gian Maria.

posted @ martedì 19 aprile 2016 20.04 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

sabato 16 aprile 2016

Aggiornamento di VSTS 13 aprile

Il nuovo aggiornamento di TFS è in deploy, e contiene come sempre molte novità interessanti, come potete leggere dal post originale.

Le novità in questo caso sono molto interessanti, innanzitutto ora i Work Item hanno una icona che vi permetterà di “seguire” il Work Item, ovvero venire notificati ogni qualvolta il Work Item viene modificato.

Follow a work item

Di seguito poi viene una delle funzionalità più richieste di tutti i tempi (dopo il rename del Team Project) ovvero la possibilità di cambiare tipo ad un Work Item.

image

Le ragioni per il cambio di tipo sono molteplici, ma la prima è una riorganizzazione e promozione durante il Backlog Grooming. Supponiamo di avere una User Story che si rivela molto grande in fase di analisi, cosi grande da non poter entrare in un singolo sprint. A questo punto deve essere decomposta e la soluzione migliore è quella di, convertirla in epics (feature) e poi andare a decomporla in nuove User Stories.

Chiaramente anche il cambio di tipo è una operazione che viene tracciata.

image

Ma le novità non sono finite quì, un’altra delle funzionalità più richieste, ovvero il poter muovere un Work Item tra Team Project è stata finalmente implementata. E’ ora possibile muovere un singolo Work Item, oppure una serie di Work Items in un altro progetto.

image

Si può specificare quindi dove andare a mettere i Work Item, ma soprattutto, è possibile anche cambiare tipo.

image

Nell’esempio in questione, ho preso tre Product Backlog Items, e li ho spostati in un Team Project basato sul template Agile, per questa ragione ho deciso anche di cambiare il tipo di Work Item in User Story.

A questo punto già abbiamo un bel insieme di novità, ma non è finita qui, è ora possibile personalizzare i work item scegliendo una Pick List, ovvero aggiungendo un campo che può assumere un pre-determinato insieme di valori.

Add a field to a bug

Un’altra interessantissima funzionalità è la possibilità di cliccare su un errore di compilazione di una build ed essere portati direttamente alla riga di codice che la ha causata, direttamente dal vostro browser.

Per finire sono state introdotte anche numerose interessanti funzionalità sul Release Management che potete leggere dal blog ufficiale.

Buon fine settimana a tutti. :)

posted @ sabato 16 aprile 2016 12.03 | Feedback (1) | Filed Under [ ALM ]

sabato 26 marzo 2016

Nuovo release Pasquale di Visual Studio Team Services

Il 24 Marzo è stato rilasciato il nuovo update di Visual Studio Team Service, e come sempre potete trovare tutte le novità direttamente nel sito di VSTS. Molte delle novità riguardano Git, ed una delle più interessanti è che Git For Windows, nella versione 2.7.4 e successive, installa di base il Windows Credential Helper, cosi da permettere di usare Git su VSTS senza la necessità di Personal Access Token o credenziali alternative.

Per quanto riguarda la personalizzazione dei Work Item, è ora possibile aggiungere campi di tipo Multiline, di base più che multiline questi campi sono veri e propri editor di testo con immagini, formattazione e quant’altro. Sempre sul fronte dei Work Item è ora possibile dalla Kanban Board interagire con la parte di Testing, andando ad eseguire i Test associati al Work Item, oppure iniziare una sessione di Exploratory testing.

Test options from your card

Le possibilità sono molteplici, si può aggiungere ed aprire test direttamente dalla board, ma si può anche spostare un test da una User Story ad un altra e velocemente marcare il test come fallito, bloccato, etc.

A queste modifiche se ne aggiungono altre minori, che potete leggere direttamente sul sito di Visual Studio Team Services.

Buona Pasqua.

Gian Maria.

posted @ sabato 26 marzo 2016 11.42 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

Visual Studio Code ora si connette a VSTS

E’ da poco disponibile per Visual Studio Code una estensione che vi permette di connettervi al vostro Visual Studio Team Services Account. Trovate tutti i dettagli a questo indirizzo, dove viene spiegato come installare l’estensione cosi come i comandi che sono disponibili.

L’aspetto molto interessante è che l’estensione è disponibile anche come codice sorgente direttamente in GitHub, e costituisce quindi un interessante esempio di come realizzare estensioni per Visual Studio Code.

I comandi e le opzioni disponibili non sono tantissimi, e chiaramente per editare i Work Item viene aperta direttamente la pagina del browser, ma è comunque una estensione interessante anche perché vi permette di tenere sotto controllo le pull-request ed il risultato delle build.

Questa estensione non porta comunque il supporto al source control nativo di TFS (TFSVC), per il quale è possibile provare ad utilizzare una estensione open source che trovate a questo indirizzo.

Happy VSTS  e Buona Pasqua.

Gian Maria.

posted @ sabato 26 marzo 2016 11.33 | Feedback (1) | Filed Under [ ALM ]

venerdì 4 marzo 2016

Novità nella nuova release di VSTS

Il 3 marzo è stata rilasciato un nuovo aggiornamento per Visual Studio Team Services e come sempre potete trovare tutti i dettagli nella pagina delle news.

Una delle novità che apprezzo maggiormente è la possibilità di chiudere una pull request di Git con Squash direttamente dalla pagina web della pull request.

image

L’operazione di squash in Git è sostanzialmente la fusione di può commit in uno, grazie alla riscrittura della storia (rebase interattivo). Nell’ottica di “feature branches” è molto utile avere l’opportunità di effettuare un squash, cosi da ridurre una intera feature branch ad un unico commit. Per Feature branch non troppo intense è probabilmente la scelta migliore, perchè cosi facendo nella history, la feature sarà rappresentata da un unico commit.

Un’altra funzionalità interessante è il drill down per le Epic e le features. In questo modo nella Kanban Board è possibile andare creare / visualizzare / chiudere i figli relativi. In questo modo da una card di tipo Feature è possibile visualizzare immediatamente tutte le User Story figlie.

 

Board drill-down

Molte altre novità sono state introdotte nella parte di testing ed in particolare sull’exploratory testing.

Happy VSTS a tutti :)

Gian Maria.

posted @ venerdì 4 marzo 2016 16.36 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

venerdì 29 gennaio 2016

Cancellare Work Item in VSTS

Una delle prime domande che mi sono sempre state fatte in questi anni dagli utenti che iniziano ad usare TFS ed iniziano a “Giocare” con il sistema è: Come posso cancellare un Work Item? 

Questa domanda è sicuramente una delle più fatte, perchè di base, fino alle ultimissme versioni, l’unico modo di cancellare un Work Item era tramite riga di comando (witadmin destroywi). La ragione di questo è abbastanza normale, TFS è un sistema di tracciatura dati che deve garantire l’accountabilty, per cui in realtà non cancellerete mai un Work Item, ma ad esempio lo mettere in stato “Done” oppure per un bug in stato “Chiuso” con reason “duplicato” etc etc.

Purtroppo però esistono situazioni in cui realmente si vuole andare a rimuovere completamente un Work Item, non lasciando traccia nel sistema. Dato che la riga di comando è abbastanza poco user friendly, e soprattutto può solamente essere utilizzata da chi ha sufficienti diritti per cancellare un Work Item, sempre si più si è sentita la necessità di poter cancellare un Work Item direttamente dalla UI Web.

image_thumb[2]

 

Una volta cancellato un Work Item, il sistema avverte che in realtà non è stato realmente cancellato, ma per ora parcheggiato nel Recycle Bin.

image_thumb[5]

Il link al Recycle Bin campeggia anche in bella vista nella schermata dei WORK ITEMS.

image_thumb[8]

Nel recycle bin avete la possibilità di ripristinare il Work Item (1) cosi come la possibilità di cancellarlo definitivamente (2)

image_thumb[11]

Nel caso di Restore l’accountability è garantita, perchè l’operazione di Delete e Restore sono correttamente incluse nella storia del Work Item.

image_thumb[14]

In caso selezionate il Delete dal cestino sarete avvertiti che l’operazione non è reversibile, in questo caso il Work Item, con tutta la sua storia è persa per sempre.

image_thumb[17]

Come ultima nota, se dovete cancellare più Work Item contemporaneamente, potete o selezionare tutti i Work Item che volete cancellare e poi facendo click con il tasto Destro scegliere Delete, oppure direttamente effettuare dal backlog un Drag And Drop sull’icona del cestino.

image_thumb[21]

Questa funzionalità per ora è disponibile solamente in VSTS e non in TFS on-premises.

Gian Maria Ricci.

posted @ venerdì 29 gennaio 2016 17.39 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

giovedì 28 gennaio 2016

Nuovo deploy di VSTS

Potete leggere online tutte le nuove funzionalità disponibili su Visual Studio Team Services rilasciate il 25 gennaio.

Dopo poco dall’introduzione del concetto di Dashboard è ora possibile scrivere nuovi widget come estensioni di VSTS. Molte altre novità sono sempre state rilasciate nell’ambito delle dashboard, tra cui la possibilità di fare auto-refresh delle dashboard stesse (utile nel caso vogliate mettere qualche dashboard sempre visibile su un monitor).

Ci sono moltissime altre modifiche, ma una delle più interessanti è la possibilità di effettuare ricerche contemporaneamente sul codice Git e TFVC, dato che ora vi è la possibilità di avere entrambi i source control su un unico Team Project.

Come sempre non mi stancherò di ripeterlo, una delle ragioni per usare VSTS è la possibilità di rimanere sempre aggiornato con continue novità senza dovere spendere un solo millisecondo ad amministrare server installati on-premises.

Happy VSTS.

Gian Maria.

posted @ giovedì 28 gennaio 2016 18.58 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

sabato 19 dicembre 2015

Personalizzazione del process template finalmente su VSTS

Una delle limitazioni più “sentite” della versione “online” di TFS, meglio conosciuta come Visual Studio Online, ora Visual Studio Team Services era l’impossibilità di personalizzare il process template. Finalmente con il deploy del 10 Dicembre questa limitazione lentamente inizia a sparire.

Finalmente è ora possibile in Visual Studio Team Services personalizzare parzialmente il Process Template

Perché dico lentamente? Perché in realtà non si ha ancora la completa personalizzazione del Process Template, come si ha invece per la versione On Premises e la ragione è questa: dato che è Microsoft che si occupa degli aggiornamenti, non può permettersi di verificare se gli aggiornamenti al Process Template sono compatibili con le vostre personalizzazioni, e quindi la struttura di estendibilità di VSTS è stata completamente cambiata. Non è quindi supportata la modalità standard con la quale si poteva scaricare i file XML di definizione, cambiarli e poi ri-uploadarli, perchè questo permetterebbe di personalizzare praticamente tutto.

Vediamo quindi che funzionalità di estensione sono presenti ora in VSTS.

Process Template Ereditati

Nella pagina di amministrazione della Project Collection potete vedere infatti tutti i process template disponibili ed il numero di Team Project che lo usano.

image

 

Questi template sono quelli Base forniti da Microsoft e non possono essere cambiati. Quello che si può fare è creare dei Process template ereditati dove verranno in realtà effettuate le personalizzazioni. Il primo passo per creare le proprie personalizzazioni è quello di creare un nuovo processo ereditato

image

 

image

In questo modo si è creato il proprio processo che eredita da quello Agile. La documentazione ufficiale dettagliata si può trovare qui https://msdn.microsoft.com/en-us/Library/vs/alm/Work/import-process/import-process.

L’ereditarietà dei processi garantisce che nessuno possa modificare i processi base, che sono gestiti da Microsoft, semplificando le operazioni di upgrade.

Appena il vostro nuovo processo ereditato è stato creato vi viene offerta la possibilità di creare un nuovo Team Project basato sul processo ereditato oppure di cambiare un Team Project esistente per usare il nuovo template. Attenzione che in questo secondo caso potete cambiare un Team Project che è basato sul processo master da cui siete partiti. Non è infatti ad esempio possibile portare un Team Project da SCRUM a Agile o CMMI o viceversa.

image

Infatti come si può vedere dalla figura successiva, solamente i Team Project basati sul template Agile sono disponibili per essere migrati al nuovo progetto.

Per ora non è possibile migrare un Team Project da un processo ad un altro (es da Scrum ad Agile), ma solamente tra processi ereditati.

image

In questo modo quando Microsoft deve aggiornare uno dei Process Template base, può farlo senza problemi, perché tutte le modifiche vengono in realtà effettuate su di un processo che “eredita” le caratteristiche di quello base e su di lui imposta le personalizzazioni.

personalizzazione web based

A questo punto potete andare ad effettuare le personalizzazioni del template direttamente tramite l’interfaccia web senza dovere editare manualmente file XML.

Per la personalizzazione dei template di VSTS non è più necessario l’editing manuale di file XML, ma tutte le operazioni vengono fatte dall’interfaccia web.

Cliccando su uno dei process template ereditati, si può procedere alla personalizzazione.

image

Cliccando nella Work Item Types posso ad esempio andare ad aggiungere un nuovo campo al Work Item di tipo Bug, supponiamo di volere aggiungere un campo che permetta di identificare il cliente che ha segnalato il bug.

image

Potete chiaramente sia aggiungere un Field esistente (perché magari presente su un altro Process Template ereditato) sia crearne uno nuovo.

image

Per ora non è possibile aggiungere l’intero set delle regole che sono normalmente disponibili per i campi dei Work Item. Le regole sono limitate al valore di default e obbligatorietà del campo. Il posizionamento nell’interfaccia invece viene semplicemente fatto con drag and drop andando a posizionare il campo dove si preferisce.

image

La gestione dei campi è ora radicalmente semplificata, è possibile infatti avere anche la lista di tutti i field, e sapere esattamente da quali Work Item questi field sono referenziati.

image

Infine è possibile anche gestire la sicurezza di questo Process Template ereditato, stabilendo chiaramente chi può modificarlo, cancellarlo o creare ulteriori processi ereditati.

image

Il vostro nuovo campo è ora disponibile ai vostri utenti.

image

Conclusioni

Con questo primo deploy, inizia a cadere una delle più sentite limitazioni di VSTS rispetto alla versione on premises, ovvero la possibilità di adattare il process template alle proprie esigenze. Sicuramente in futuro le possibilità di espansione verranno aumentate e come sempre vi consiglio di seguire il nostro blog per rimanere sempre aggiornati. :)

Buone feste a tutti.

posted @ sabato 19 dicembre 2015 13.01 | Feedback (0) | Filed Under [ ALM ]

Powered by: