Di .NET e di altre amenita'

giugno 2005 Entries

3D interface to the planet: GoogleEarth

Il matrimonio di Google con KeyHole, la nota azienda che già tempo fa aveva proposto un software per la navigazione di mappe satellitari, ha finalmente generato prole. E' nato GoogleEarth, il nuovo software gratuito che consente di vedere con un dettaglio eccellente tutto il mondo. Le mappe di GoogleEarth per inciso sono le medesime di GoogleMaps, ma l'interfaccia è più accattivante ed usabile e soprattutto non è basata su un browser con tutti i vantaggi che questo può portare. Nel software è possibile oltre che navigare il mondo intero anche reperire informazioni riguardo i luoghi che si stanno visitando. Davvero eccezionale.

Link: http://earth.google.com/

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: 3D interface to the planet: GoogleEarth

Ask Mr. Key: Un esempio di login in asp.net

Anche oggi mi è arrivata una sequenza di keyword interessante per un articoletto nella categoria Ask Mr. Key. L'articolo parla di come creare una login in un sito ASP.NET seguendo le più comuni norme di sicurezza che si possono adottare per proteggere l'applicazione. Quanto ho scritto in realtà riguarda per minima parte ASP.NET e la FormsAuthentication, ma illustra soprattutto problematiche quali la difesa da SqLInjection, e l'hashing delle password che sono certamente di più ampio respiro.

Naturalmente i commenti all'articolo sono a vostra disposizione per segnalarmi ulteriori problematiche.

Articolo: http://www.boschin.it/blogs/radicalmente/articles/aspnet_login.aspx

keyword: login asp.net esempio

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Ask Mr. Key: Un esempio di login in asp.net

Blogger's Dinner: Aggiornata la gallery

Mentre archiviavo le foto della cena stasera, mi sono reso conto che sono sfuggite all'upload nella gallery una decina di scatti. Chi volesse invidiarci un'altro pochetto può rimirarli ora nella gallery a partire dal numero 1955 alla 1971.

Mi corre l'obbligo di informarvi che nonostante la faccia di Alejandro possa far intendere diversamente, non eravamo in possesso di stupefacenti durante la serata.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Blogger's Dinner: Aggiornata la gallery

Ask Mr. Key: Creare uno ZIP in .net con c#

Il primo articolo della categoria riguarda un argomento davvero interessante, cui probabilmente molti sapranno dare una risposta, ma che ritengo molto utile per chi si avvicina al framework .NET da un punto di vista produttivo. Nell'articolo che ho aggiunto alla categoria viene illustrato come creare un file ZIP in C# per mezzo della conosciuta SharpZipLib ed in seguito decomprimerlo.

Articolo: http://www.boschin.it/blogs/radicalmente/articles/sharpziplib.aspx

Keywords: .net c# creare uno zip

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Ask Mr. Key: Creare uno ZIP in .net con c#

Ask Mr. Key: Ovvero, non sempre google fa centro.

Con questo post apro una nuova categoria di post che da corpo ad una idea avevo solo preannunciato qualche tempo addietro. La categoria nasce da una semplice osservazione delle statistiche del mio weblog. Spesso rilevo che arrivano alle mie pagine persone che sono alla ricerca di informazioni relative a .NET e che per trovarle si affidano a delle ricerche nei motori più comuni. Non sempre però queste ricerche trovano la meritata risposta perchè l'interpretazione delle keyword da parte dei motori lascia molto margine all'errore. Ho pensato così di tentare di rispondere alle combinazioni più interessanti, non per aiutare chi ha già effettuato questa ricerca, che probabilmente avrà già trovato quello che cercava, ma soprattutto chi si troverà ad aver bisogno della medesima informazione in futuro. Ecco le semplici regole che mi imporrò di seguire:

  1. Nel titolo del post inserirò tutte le keyword specificate nel motore di ricerca anche se mi concedo la "licenza poetica" di mescolarle per ottenere una frase compiuta
  2. Risponderò nel modo più completo possibile con un articolo che linkerò in home page del weblog. A questo scopo creerò un tool che farà ciclare in home i links
  3. Tutte le risposte saranno nella categoria "Ask Mr. Keyword" così da essere più facilmente individuabili.

Naturalmente nessuno si deve aspettare che gli argomenti trattati siano sempre affascinanti e di elevatissimo taglio, anzi, dall'osservazione che ho dedicato in questo ultimo periodo alle keyword talvolta ci saranno argomenti molto basilari, ma saranno affiancati anche da altri che richiederanno un ulteriore approfondimento da parte mia, e spero anche da parte dei miei lettori cui lascerò ampio spazio nei commenti per proporre ulteriori soluzioni.

Buona lettura a voi... e buona fortuna a me.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Ask Mr. Keyword: Ovvero, non sempre google fa centro.

Boicotta ARUBA.IT

Mi aggrego alla campagna per il boicottaggio di ARUBA.it il provider internet che ha consentito alla polizia postale lo spionaggio di un server ospitato nella propria webfarm per ben un anno.

Il post è stato segnalato da Lorenzo Barbieri. Tutta la documentazione del caso la si può trovare presso:

http://www.bicocca.net/web/modules.php?op=modload&name=

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Boicotta ARUBA.IT

Contratti o carta igenica?

Mi è appena giunto un messaggio da Wind che mi informa che il costo mensile del piano NOI2 passa da 2€ a 3€. NOI2, per chi non lo sapesse, è quel piano che consente con un esborso mensile di poter effettuare fino a 500 minuti gratuiti di telefonate verso un altro numero Wind (nel mio caso quello di mia moglie).

Ora, due sono le cose: o questi signori considerano un contratto stipulato all'apertura del servizio alla stregua di carta igienica, oppure se come penso contrattualmente Wind si riserva di adeguare il prezzo a suo insindacabile giudizio, quella che deve essere messa sotto accusa è la pubblicità ingannevole che a suo tempo recitava "gratis... per sempre".

Non mancherò di buttare un po' del mio tempo a spulciare il contratto, per scovare la spiegazione di questo inghippo, ma resta comunque l'amarezza di sapere che se queste cose sono possibili tutto dipende dai nostri governanti e magistrati che di certo si guardano bene dal disturbare un così importante gruppo di potere.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Contratti o carta igenica?

Java scopre ASP.NET?

Stamane, al ritorno dalla Java Conference un collega ci ha spiegato in poche parole che il futuro di Java nel mondo web si chiama JSF. Avevo già sentito parlare di questo nuovo acronimo, ma ho voluto lo stesso andare a curiosare di cosa si trattasse. Ecco una faq dal sito http://www.jsfcentral.com

JavaServer Faces (JSF) is a framework for building web-based user interfaces in Java. Like Swing, it provides a set of standard widgets (buttons, hyperlinks, checkboxes, and so on), a model for creating custom widgets, a way to process client-generated events (like changing the value of a text box or clicking on a button), and excellent tool support. Since web-based applications, unlike their Swing cousins, must often appease multiple clients (desktop browsers, phones, PDAs, and so on), JSF has a powerful architecture for displaying components in different ways. It also has extensible facilities for validating input (like the length of a field) and converting objects to and from strings for display. Faces can also automatically keep your user interface components in sync with your business model objects.

Non so a voi, ma a me ricorda qualcosa.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Java scopre ASP.NET?

Trackback Spam Blocker for .Text

A quanto pare su weblogs.asp.net hanno lo stesso problema che affligge il blog di ugidotnet, cioè lo spamming dei trackbacks cui lo HIP di mia creazione ovviamente nulla può fare. Paschal in questo post ha suggerito l'adozione di un interessante componente per .TEXT che forse potrebbe fare al caso anche dell'ugidotnet. Si tratta di un filtro configurabile per bloccare proprio questo fastidioso tipo di spam, ultima frontiera di questo deprecabili business.

Link: Trackback Spam Blocker for .Text

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Trackback Spam Blocker for .Text

Blogger's dinner: I was there

Un bannerino non si nega a nessuno.

Perciò, anche se non sarà prestigioso come un tech-ed qualunque, ecco quello del blogger's dinner. Ovviamente sono autorizzati ad esporlo nel proprio blog solo i partecipanti, anche se non sono arrivati a vedere miss padania!

A quando le magliette?

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Blogger's dinner: I was there

Blogger Dinner ecco le foto (finalmente)


Sono passate poco meno di 24 ore, e finalmente eccovi le foto della cena di ieri sera. Purtroppo dovete sapere che alla veneranda età di 37 anni fare le 3:30 di notte mi causa non pochi problemi, così stamattina dopo aver accompagnato mia figlia in piscina alle 9:00 sono crollato a letto per risvegliarmi in tempo per cena... ma ora rieccomi, più sveglio di prima (si fa per dire).

Ed eccola la squadra che ieri sera ha degnamente difeso la fama culinaria dello user group .net più cazzuto d'italia . Da sinistra a destra, in piedi Vincenzo, Francesco, Lorenzo, Andrea, Igor. Accosciati: Andrea, Giancarlo, Alejandro e Luca.

La serata è scivolata via, allietata dalla presenza di Miss Padania che invero non ha avuto nulla da ridire sull'accento valtellinese di Giancarlo. Ella è passata causando il blocco repentino della mia macchina fotografica che come il proprietario tende al rifiuto in tali incontri. Blocco che non ha per nulla riguardato le fauci dei commensali che tra un bicchiere di rosso e un aneddoto di Lorenzo, tra una forchettata di riso con funghi e salamelle ed una maglietta proveniente da Orlando, tra un filetto al pepe verde e un formichiere di manzana ha visto un inedito schieramento Asini contro il resto del mondo.

Chi volesse invidiarci un po' non ha che da visitare la gallery che ho predisposto, nella speranza, la prossima volta di riuscire in un nuovo raddoppio.

Grazie a tutti per la serata... e a Lorenzo per Maglietta e Cappellino che lunedì prontamente sfoggerò di fronte ai colleghi Javisti... ciao 'nvidiossi...

powered by IMHO 1.2

 


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Blogger Dinner ecco le foto (finalmente)

50000$: Qualcuno ci prova?

Leggendo il blog di roy osherove vengo a conoscenza di un bel concorso il cui premio è di 50000$. Il concorso si chiama Connected Systems Competition Developer e potete trovare il regolamento qui:

http://www.csdevcompetition.com/

Il concorso conta ben 15 "discipline" e si basa si Sql 2005 e Visual Studio 2005.

Qualcuno che raccoglie il guanto?

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: 50000$: Qualcuno ci prova?

Io vivo qui... per ora

Grazie a GoogleMaps sono ora in grado di mostrarvi dove abito

Vi sfido: riuscite a dirmi l'indirizzo?

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Io vivo qui... per ora

Google Maps copre tutto il mondo

Google Maps, il bellissimo servizio di ricerca e mapping che era attivo negli U.S.A. con tanto di immagini satellitari, ha oggi raggiunto la copertura totale del mondo intero. Per inciso, mi sembra anche che sia migliorata l'usabilità dell'interfaccia che ora consente di zoomare più agevolmente grazie ad un resize on-the-fly.

Link: http://maps.google.com

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Google Maps copre tutto il mondo

'Monad' in beta?

A quanto leggo, la beta 1 di Monad è stata pubblicata lo scorso 17 giugno, e oggi ne da notizia bink.nu. La beta non è liberamente scaricabile, ma probabilmente sarà ristretta ad una cerchia ridotta. Speriamo che Raffaele ci faccia sapere qualcosa.

Link: The Official 'Monad' Beta 1 Is Out

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: 'Monad' in beta?

Brad chiama Adrian

Brad Abrams risponde al post di Adrian

Link: My history catching up with me...

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Brad chiama Adrian

Port80: Http Software Blog

Grazie ad un post di Bernard Cheah ho scoperto l'esistenza di port80, un blog completamente dedicato ad argomenti correlati al protocollo HTTP. Tra i vari argomenti segnalo ad esempio questa chicca che spiega perchè un byte in più nella pagina significhi un round-trip in meno con il server.

Link: [200 OK]: A Port80 Software Blog

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Port80: Http Software Blog

Dont' click it se ci riuscite

Ecco un interessante esperimento, riguardo l'usabilità. dontclick.it è un tentativo di eliminare i click del mouse sostituendoli con i gesti tracciati dal puntatore. L'esperimento è affascinante anche se richiede un bel po' di allenamento. Provate ad esempio la sezione mousecamp dove è possibile cimentarsi un alcuni giochetti che a prima vista sembrano banali, ma che mettono a dura prova i propri nervi. Il sito mi ha richiamato alla memoria un film che recentemente è stato proiettato anche in televisione. Si tratta di Minority Report, con Tom Cruise. Chi ha visto il film sarà sicuramente rimasto affascinato dalle futuristiche interfacce proposte, ove i protagonisti intervenivano con studiata gestualità. dontclick.it è a mio avviso una proposta che vale la pena di prendere in considerazione anche se la natura stessa del mouse di primo acchito lo fa sembrare faticoso. Visto invece nell'ottica dello slegarsi da tale strumento assume una diversa connotazione. Per chiudere, indovinate che succede se per caso vi sfugge un click?

Link: www.dontclick.it

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Dont' click it se ci riuscite

Malefatte per danaro

I compagni di Tocqueville mi segnalano che gli accordi commerciali con Microsoft hanno portato i cinesi a no poter aver accesso a informazioni riguardanti Libertà, democrazia e altre amenità di questo tipo. Da programmatore Microsoft fatemi dire che certe nefandezze bisognerebbe lasciarle ai cinesi (o megli ai loro oppressori) e non prendervi parte per mero interesse. C'è qualcosa che possiamo fare noi .NETtisti? Fuori le idee, oppure nessuno più si lamenti dello stato delle cose.

Link: Partito radicale di Tocqueville : Microsoft, geoogle, yahoo e i cinesi

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Malefatte per danaro

Il futuro e' dietro l'angolo

Finita la campagna elettorale che mi ha visto in prima linea per i referendum 2005, è giunto ora il momento di decidere cosa fare del mio blog. Ormai il taglio è ben definito, il titolo stesso non lascia spazio a dubbi, tuttavia devo ricordare le diverse anime che muovono il mio spirito nello scrivere fiumi di parole in queste pagine. L'anima politica, quella che mi ha spinto ad aggregarmi (nel vero senso della parola) alla città di Tocqueville, è irrinunciabilmente presente oggi tanto quanto lo sarà domani. Necessariamente però ora deve lasciare un po' di spazio a quanto è stato compresso nell'ultimo mese di frenetica attività. Un paio di idee mi frullano in testa, ma ancora non voglio anticipare nulla. Esse riguarderanno la mia anima informatica ma sono ancora ad uno stadio di prima valutazione. Devo pensarci su, sgrezzare l'idea prima di metterla in pratica per cercare la massima esposizione. Ma non sarà solo questo. Anche il mio passato ora deve tornare alla ribalta. IMHO e .TRAQ hanno dormito per troppo tempo ed è venuto il momento che ritornino alla carica pregni di nuove idee. In questo periodo ho trascurato un po' IMHO, ma sono riuscito faticosamente a lavorare un po' su .TRAQ e a breve, contateci, il primo codice sarà pubblico. Poi c'è la fotografia. E' scandaloso che la mia gallery sia ferma al 30 aprile scorso. La mia fedele Nikon mi accompagna sempre, ma anch'ella è stata trascurata. Ancora qualche gorno e poi le nuove immagini torneranno su click of the week. Tutto ciò sarà però sempre in una sotto un punto di vista radicale del mondo. Radicalmente non è solo un avverbio riferito alla politica, ma uno stile di vita, un modo di vedere le cose da un'angolazione diversa, senza la pretesa che sia la migliore. solo diversa.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Il futuro e' dietro l'angolo

Firefox plugin for IMHO: se ne parla

Imho vive e di Imho si parla. Ecco un post che informa sul plugin per firefox che ha creato Diego.

Link: Firefox plugin for IMHO

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Firefox plugin for IMHO: se ne parla

Enterprise Library 1.0 in edicola

E' in edicola il numero di giugno 2005 di Computer Programming su quale appare l'ultimo mio articolo della serie dedicata agli ApplicationBlocks. L'argomento conclusivo della serie è uno sguardo al futuro, con l'analisi della nuova Enterprise Library.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Enterprise Library 1.0 in edicola

IE7.0 - Lower Rights

Il prossimo Internet Explorer 7.0 sarà rilasciato con una feature attiva. Si tratta del "reduced privilege mode", che consente al browser di girare senza che i trojan o i virus che arrivano dalla rete abbiano la possibilità di agire sul sistema indisturbati.

Link: WindowsBeta.Net - Microsoft Planning 'Lower Rights' IE 7.0

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: IE7.0 - Lower Rights

Quanto manca a Visual Studio 2005.

L'attesa per VS.2005 è indubbiamente ancora lunga. perchè non fare un banner con il conto alla rovescia...




Compatibile con Internet Explorer e Firefox


PS: Pare proprio che questo post il replicator non lo digerisca... chi vuole maggiori informazioni o il codice per inserirlo nel proprio blog

Link: Quanti giorni mancano?

Loro ci mettono la faccia... e voi?

Una sequenza splendida di video in un blog.

Ognuno di loro ci ha messo la propria faccia per spiegare perchè votare 4 volte sì. Se non volete ascoltare me, almeno concedete la vostra attenzione a loro.

Link: http://iocimettolafaccia.ilcannocchiale.it/

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Loro ci mettono la faccia... e voi?

SQL 2005 CTP di Giugno

Bink informa che la CTP di Giugno di SQL Server 2005 è disponibile per il download. Attualmente però il link restituisce un error 404. La CTP di giugno, sempre a detta di Bink è feature-complete.

Link: Download SQL 2005 CTP June !

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: SQL 2005 CTP di Giugno

7 pagine di Stored Procedures

Semplici stored procedures, extended store procedures, documentate, e non documentate. Un utile articolo con tanto di esempi d'uso.

Link: Two Dozen of My Favorite System Stored Procedures

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: 7 pagine di Stored Procedures

Kernel-Mode SSL in Windows 2003 Server SP1

In Windows 2003 SP1, è possibile abilitare il Kernel Mode per alcune funzione SSL, ottenendo un miglioramento nelle performances. E' necessario però rinunciare ad alcune feature.

Ecco come fare: IIS: Using Kernel-Mode SSL in Windows 2003 Server SP1

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Kernel-Mode SSL in Windows 2003 Server SP1

Start.com playground news

Un nuovo giocattolino nella sala giochi...

http://start.com/myw3b

Peccato che con Firefox non funzioni.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Start.com playground news

Un SMS anti astensione

Un'iniziativa del comitato per il Sì, sembra proprio presa in prestito da quella che Diego ha proposto in questo sul post.

Link: SMS Referendum

powered by IMHO 1.2

 


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Un SMS anti astensione

Tempo di MasterPages

Visto che sta per arrivare il tempo nel quale le nostre applicazioni potranno sfruttare le MasterPages, di ASP.NET 2.0, cercando in rete ho scoperto un sitarello interessante che spiega come ottenere con l'uso di css e DIV i più disparati layout, certi anche di essere compatibili con Firefox, Opera e Netscape oltre che con Internet Explorer.

Vado a provare...

Link: Little Boxes

powered by IMHO 1.2

 


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Tempo di MasterPages

Fastidiosi litigi

Sono esasperato. Usando Visual Studio 2005 con Sql Express Manager ho scoperto che i due si contendono l'uso del database. Se apro il db con VS per editarne le procedure, poi non riesco più a fare le query con XM. Se faccio le query con XM non riesco più ad aprire il db da VS. Se poi voglio testare da web allo stesso modo, quando sto editanto le procedure con VS, di riuscire ad accedere il database non se ne parla proprio.

Oltretutto, non so se ve ne siete accorti, ma da VS si edita ma non si interroga mentre da XM si interroga ma non si edita... Non so se sia un bug, ma spero che abbiano in mente una soluzione.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Fastidiosi litigi

IMHO: Usare IMHO con Omea Reader

Leggendo un post di Raffaele quest'oggi mi son imbattuto nell'eccellente Omea Reader, della Jetbrains, per intenderci la stessa di IntelliJ Idea e di Resharper. Installato Omea me ne sono subito innamorato, era un po' che cercavo qualcosa che mi consentisse di leggere news e feeds assieme.

Ma l'argomento di qusto post è un altro. Ho scoperto che Omea Reader supporta IBlogExtension perciò chi lo usasse può integrare al suo interno il mio IMHO Instant Blogger. Basta andare nelle preferenze in Tools->Options e alla voce feed installare un nuovo plugin. Il file da selezionare si trova nella cartella di installazione di IMHO, IBlogExtension\Elite.IMHO.BlogThis.dll

Premuto OK, il gioco è fatto e d'ora in avanti sarà possibile linkare messaggi in IMHO con un semplice click destro alla voce BlogThis->Create a link with IMHO.

Come usano dire? Fletto i muscoli e sono nel reader! (ma che vorrà dire poi...?)

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: IMHO: Usare IMHO con Omea Reader

Occhio al furbastro.

Una signora che tempo fa mi ha chiesto di registrarle un dominio, stamane mi ha contattato per avere chiarimenti in merito ad una fantomatica lettera proveniente, a sua detta, da Telecom.

La missiva, dalla quale ho rimosso i dati della mia conoscente è scaricabile qui a fianco, in realtà ad un attento esame si è rivelata un tentativo di sfilare un bel po' di quattrini ad una ignara persona, come sono la maggioranza di quelle che per diletto o per lavoro si registrano un dominio.

Essa infatti riporta solamente un logo che assomiglia a quello della Telecom, proprio per cercare di trarre in inganno il destinatario ma risulta inviata da una società tedesca, tale DAD Deutsche Adressdienst GMBH. La lettera, recapitata per posta tradizionale è a tutti gli effetti un contratto che come si può leggere chiaramente in calce vincola il firmatario a pagare ben 858€ per tre anni ed è tacitamente rinnovata in caso di mancata disdetta con tre mesi di anticipo.

Una ricerca in rete mi ha rivelato che questa società è stata già oggetto di un provvedimento da parte dell'autorità garante della concorrenza  lo scorso agosto, e che essa ha perpetrato analoghe attività in Canada e Regno Unito. Invito tutti a fare attenzione a missive di questo tipo che a mio parere possono di diritto entrare a far parte del novero delle truffe.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Occhio al furbastro.

E' nato il mio wiki

Dopo una seratona di inserimenti a go-go posso finalmente annunciare che è nato RadicalWiki, il wiki di radicalmente. Sono sempre stato un po' intimorito dai wiki, ma oggi, sulla spinta di un argomento pressante come i Referendum 2005 ho deciso di scaricare e installare FlexWiki.

Per i primi inserimenti ho deciso di raccogliere informazioni sui quesiti del referendum e le opinioni che cercherò di mantenere costantemente aggiornate.

Chi voglia collaborare è invitato a farlo tranquillamente!

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: E' nato il mio wiki

Rieccomi: Una via italiana al software?

Da ormai un po' di settimane, lo sapete, sto combattendo contro il Community Server, per vedere di far funzionare per bene il mio weblog. L'ultima battaglia, ieri sera l'ha vinta lui allorchè volendo avere il form di post dei commenti nella stessa pagina dei commenti stessi (ricordate la famosa regola dei tre click?), mi sono dovuto arrendere dopo un paio d'ore di tentativi, codice alla mano, con un nulla di fatto. Semplicemente pare che tutto ciò non sia previsto. Le pagine sono fatte così, con questi controlli e di spostare qualcosa non se ne parla. Poi mi è venuto in mente un condivisibile post di Luca Beretta, che si lamentava della lentezza (in tutti i sensi direi) dei CMS e rimembrando i miei pensieri sulla creatività di stampo italico, mi è balenata una domanda: Ma noi, come lo faremmo un CMS?

Il problema non è solo mio o di Luca, ma è molto più diffuso di quello che si possa immaginare. Giusto oggi, chiacchierando con un collega javista, che sta mettendo le mani su Liferay, mi sono sentito ripetere più o meno le stesse cose. Penso che lamentarsi vada bene fino ad un certo punto. Poi, bisogna raggiungere un punto di consapevolezza per cui si possa dire come avremmo noi risolto un tale problema, possibilmente meglio di quello che gli altri hanno già fatto oppure accettare le soluzioni che ci sono già. Sono curioso di sapere se ne esce qualche buona idea. Sono svariati anni che ho a che fare con CMS, ma sono convinto che ancora ci sia molto da fare in questo ambito.

Ah, dimenticavo: non si vince nulla. Solo la soddisfazione di aver detto la propria opinione.

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Rieccomi: Una via italiana al software?

Abilitare la mixed mode authentication in Sql Express

Quando si installa sql express, di default viene impostato l'uso della integrated authentication che consente l'accesso mediante l'account Administrator del server. Questo comportamento è analogo a quanto accadeva con MSDE e può essere cambiato dopo l'installazionemodificando la seguente chiave del registry:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Microsoft SQL Server\MSSQL.1\MSSQLServer\LoginMode

dove:

1 = Integrated Security
2 = Mixed Mode authentication

A questo punto però ci si troverà nella condizione di non potersi collegare con l'utente "sa" perchè l'installazione ha dato ad esso una password generata casualmente. Quindi si dovrà procedere a creare un nuovo utente con i provilegi di "sysadmin". Ecco come:

1 - aprire un prompt con cmd.exe

2 - eseguire il logon a sqlexpress

sqlcmd -S .\sqlexpress

3 - creare l'utente:

sp_addlogin 'sysop', 'password'
GO

4 - fornirgli i privilegi di sysadmin

sp_addsrvrolemember 'sysop', 'sysadmin'
GO

5 - uscire

a questo punto, dopo aver riavviato il servizio di sqlexpress per fare in modo che le modifiche al registro di configurazione vengano accettate, sarà possibile usare il nuovo utente per entrare nel sistema:

sqlcmd -S .\sqlexpress -U sysop

powered by IMHO 1.2


per leggere il post originale o inviare un commento visita il seguente indirizzo: Abilitare la mixed mode authentication in Sql Express