Tool di automazione Vs tool di suppporto


Ho notato questa distinzione che condivido qui:

  • Tool di automazione
    Esempi: DbDeploy, CruiseControl.NET
    Cosa fanno: Automatizzano un task, una attività per il team di sviluppo, ad esempio eseguono automaticamente una build o creano automaticamente un setup-kit.
    Come: offrono un servizio che una volta creato non richiede sforzi, impegno e skills da parte dei developer


  • Tool di supporto
    Esempi: PivotalTracker, NUnit, RhinoMock
    Cosa fanno: abilitano o semplificano l'applicazione di una pratica (di coding) come lo unit testing o l'inversion of control.
    Come: rendono più semplice e veloce un certo lavoro del developer che è basato su skill, disciplina, collaborazione.


I toodi automazione possono essere introdotti in qualsiasi momento, anche con l'iniziativa o l'aiuto di un consulente esterno. Se saranno utili al team verranno immediatamente e semplicemente utilizzati e sfruttati.

I tool di supporto sono utili solo quando ci sono gli skill richiesti e il team è in grado di agire con la disciplina e la collaborazione richiesta. E' nell'introduzione di questi tool che al team e allo ScrumMaster serve mettere in pratica il primo dei valori del manifesto agile:

Individuals and interactions over processes and tools

per farli funzionare: cioè focalizzarsi sul team (e le interazioni) prima e sul tool (e il processo) solo dopo.


Tags :   |  |  |  |  |

Print | posted @ Tuesday, September 15, 2009 8:07 PM

Comments have been closed on this topic.