Valutare l'adozione delle pratiche agili nel proprio team?


Ecco un'altra opportunità interessante per valutare l'adozione delle pratiche agili nel proprio team: le iterazioni, il testing, requisiti, product owner, backlog, stime, avanzamento del progetto, interruzioni



In 8 domande: Avoiding ScrumButt - Nokia Test creato da Bas Vodde alla Nokia Siemens Networks in Finlandia e successivamente modificato da Jeff Sutherland co-creatore di Scrum





Qui un commento al test:
La caratteristica più innovativa dei metodi agili è di adottare un approccio empirico cioè lo stesso metodo sperimentale  usato nelle scienze naturali e sociali come medicina, biologia, fisica e sociologia
Conoscere questo test ci arricchisce di una casistica che si è dimostrata valida cioè contribuisce a formare una euristica di riferimento per il team e per il coach



E una precisazione che vedo emergere anche dalle domande nel test
Ogni cliente, progetto, team, tecnologia, azienda, user story, iterazione è diversa e compito del coach e del team auto-organizzante è quello di adattare l'applicazione dei metodi agili al contesto specifico
Questo significa anche che è importante (indispensabile?) per un coach e un team agile conoscere e avere padronanza delle pratiche fondamentali  (tutte nessuna esclusa)  altrimenti è abbastanza facile cadere nel preconcetto del "noi qui siamo diversi" e "qui da noi non serve" invece del più utile "c'è una cosa nuova da imparare" e "possiamo riuscire a superare questo ostacolo invece di continuare a subirlo"

Vedi anche i criteri/test di valutazione in questo post Scrum: Un Processo di Sviluppo Empirico

Update 7-Lug-2009
Qui puoi fare il Nokia test on-line: http://antoine.vernois.net/scrumbut/ e qui il test in pdf


Tags :   |  |  |  | 

Print | posted @ Monday, December 15, 2008 12:52 AM

Comments have been closed on this topic.