Welcome

This is the generic homepage (aka Aggregate Blog) for a Subtext community website. It aggregates posts from every blog installed in this server. To modify this page, look for the Aggregate skin folder in the Skins directory.

To learn more about the application, check out the Subtext Project Website.

Powered By:
Powered by Subtext

Blog Stats

  • Blogs - 714
  • Posts - 31537
  • Articles - 310
  • Comments - 124629
  • Trackbacks - 225669

Bloggers (posts, last update)

Latest Posts

Yarn is a package manager for your code.

https://yarnpkg.com

alternativa a Bower

posted @ 3/20/2018 2:33 PM by Alessandro Gervasoni

Specificare la versione di .netcore in un progetto asp.net core

alll'interno del file .csproj può essere specificata la corretta versione del runtime

<PropertyGroup>
  <RuntimeFrameworkVersion>2.0.0</RuntimeFrameworkVersion>
  <PublishWithAspNetCoreTargetManifest>false</PublishWithAspNetCoreTargetManifest>
    <TargetFramework>netcoreapp2.0</TargetFramework>
  </PropertyGroup>

posted @ 3/20/2018 12:52 PM by Alessandro Gervasoni

Visual Studio 2017 version 15.6, Visual Studio for Mac version 7.4 Released

posted @ 3/15/2018 3:30 PM by Alessandro Gervasoni

Quando il muro rimane bianco..

Segnalo, grazie alla collaborazione di Mauro Servienti un piccolo consiglio per chi posta su UGI tramite l'interfaccia Web dell'amato/odiato SubText.

Nelle opzioni avanzate ricordatevi sempre di spuntare sia "Syndicate on Main Feed" che "Include in Aggregated Site" per apparire sul muro di UGI e nei feed RSS.



Di default l'opzione "Include in Aggregated Site" non risulta infatti marcata ed i post non compaiono nell'aggregatore principale http://blogs.ugidotnet.org.

Devo dire che avendo sempre utilizzando Windows Live Writer, ora sostituito da Open Live Writer (http://openlivewriter.org), non avevo mai avuto bisogno di fare questa operazione.

E adesso mi raccomando.. ricominciate ad imbrattare il muro!

posted @ 3/13/2018 7:05 PM by Leonardo

Prossimi appuntamenti

Ecco la lista dei prossimi appuntamenti dove potrete vedere una mia sessione:

Per ora direi che ci siamo… ho proposto poi delle sessioni ad altre conferenze, in Italia e all’estero, e sto organizzando dei webcast. Vi terrò aggiornati Winking smile

posted @ 3/13/2018 3:23 PM by Lorenzo Barbieri

Stack Traces nuovamente comprensibili

Ops.. è passato un bel pò di tempo dal mio ultimo post su UGI.. lo sapevo! E' successo ancora! :)

FPGA, IoT, Elettronica varia e diversi progetti mi hanno tenuto occupato quanto basta ed aggiornare due blog (per chi non lo sapesse, potete seguirmi anche su http://electro-logic.blogspot.it) è abbastanza impegnativo. In realtà anche lato .NET non mi sono mai fermato (Xamarin, UWP, .NET Core, ...avrei tante tante cose da raccontare!)

Vediamo oggi come si è evoluta nel tempo la Stack Traces in C#, ovvero, semplificando molto, l'elenco cronologico delle chiamate di funzione che ci hanno portato ad una determinata situazione.

Sono ormai passati i tempi (.NET 1.0) dove si aveva uno Stack Trace immediatamente comprensibile come


Con l'aggiunta di nuove funzionalità come i Generics, LINQ, i metodi Lambda, Async, etc.. oggi ci troviamo sempre più spesso ad una situazione di questo tipo (se ci va bene):



Dove si riesce ancora a capire qualcosa, ma il tempo per avere una chiara visione di quello che sta succedendo aumenta inesorabilmente, se non altro per leggere delle informazioni spesso poco rilevanti e rifacenti a meccanismi interni che quasi mai hanno a che vedere coi problemi che come sviluppatori di applicativi (e non di framework) cerchiamo di risolvere.

Il progetto Ben.Demystifier (https://github.com/benaadams/Ben.Demystifier) nasce per riportare la semplicità anche nello Stack Trace, interpretando pattern complessi ma estremamente ripetitivi, conseguenza delle nuove funzioni di .NET, e rendendoli immediatamente comprensibili, rimuovendo così la noiosa ridondanza dai nostri log.

Ecco come diventa lo Stack Trace precedente:



E questo il codice (esempio in .NET Core 2.0, C# 7.2) per generarlo


Come è possibile notare l'utilizzo è immediato, basta chiamare l'Extension Method Demystify() sulle nostre eccezioni per avere una stringa.. demistificata. Veramente impressionante!

Ecco l'esempio dell'autore del progetto, ancora più incisivo, che potete trovare nella pagina principale del progetto:



Personalmente spero che venga in qualche modo direttamente integrato nel futuro .NET Core.
Per il momento utilizziamo la libreria tramite NuGet e diciamo addio a lunghe sessioni di Stack Trace Understanding.

Ciao a tutti!

posted @ 3/11/2018 11:22 AM by Leonardo

Realizzare nuove funzionalit&agrave; non &egrave; il problema, decidere quali realizzare &egrave; il vero nocciolo della questione. @klabcommunity

business-2987962_1920

Anno nuovo, nuova stagione di eventi. Quest’anno per me inizia all’insegna di KLab, il 29 marzo ci troveremo a Fiorenzuola d’Arda presso l’agriturismo Mascuderia. Questa volta il tema si sposterà dalla tecnologia per dare uno sguardo alla parte metodologica.

Io dal mio canto vi racconterò tutto il lavoro che in Particular stiamo facendo per organizzare i processi relativi alla parte di “product management”, che potremmo in qualche modo paragonare con quello che Scrum assegna come responsabilità al PO.

In soldoni potremmo dire che siamo sempre stati {molto?) bravi in quanto a delivery, meno bravi in quanto a decidere cosa realizzare. Compito non facile in una realtà:

  • fluida come la nostra in cui non c’è un capo che decide il cosa il come e il quando.
  • che produce un prodotto che come utente finale ha un altro sviluppatore, il cui prodotto avrà un utente finale.

La distanza tra noi e l’utente finale fa si che i contesti d’uso del nostro prodotto siano molteplici e spesso in contrasto tra loro, le necessità di un cliente on-premise sono facilmente ortogonali a quelle di un cliente su Azure o AWS. Questa dicotomia rende spesso difficile prendere decisioni sulla direzione in cui andare. Vi racconterò il percorso che stiamo facendo per modellare l’azienda e i processi interni al fine di abbracciare questa sorta di requisito non funzionale con cui dobbiamo per forza coesistere.

Il desiderio è che sia di stimolo per tutti per magari provare a cambiare a scollarsi dal “solito modo di fare le cose”.

Vi aspettiamo numerosi, come al solito dopo si mangia!

Maggiori informazioni e iscrizioni: http://www.klabcommunity.org/klab-2018-1-ci-siamo/

posted @ 3/7/2018 11:09 AM by Mauro Servienti

[OT] Slow watches


Orologi con una sola lancetta ..un giro in 24 ore
https://it.slow-watches.com

posted @ 3/3/2018 9:10 AM by Alessandro Gervasoni

Angular CLI e Webpack: cosa c'è nel mio bundle?

Dopo aver sviluppato una applicazione con Angular, ma anche durante in realtà, preparandosi alla build può venire utile sapere cosa c'è nei bundle creati dall'Angular CLI.

Mi è successo da un cliente di Bari di dover fare questa analisi per scoprire come mai non funzionava la build di produzione ed è venuto comdo il tool webpack-bundle-analyzer, se siete curiosi racconto brevemente questa esperienza qui: https://www.tolist.net/Article/Angular-CLI-e-Webpack-cosa-c-nel-mio-bundle-21

posted @ 2/26/2018 2:18 AM by Michele Aponte

Il fascino per le cose che funzionano

movement-2532158_1280

Da sempre ho una sorta di attrazione inspiegabile per le cose semplici che funzionano, soprattutto se funzionano al primo colpo. Inspiegabile perché mi rendo conto che spesso non è condivisa dai mie stimati colleghi informatici, che al contrario spesso sono attratti dalla sovra-ingegnerizzazione e dalla complessità fine a se stessa. È ovviamente una generalizzazione molto spinta, quindi non prendetevela se non siete così ;-)

Sto diventando un fan di prodotti Apple. Ho un iPhone 8, un iPad Pro di cui ho già parlato più di una volta e di cui probabilmente parlerò ancora. Da pochi minuti sono un felice possessore di una coppia di AirPods.

La cosa che mi ha lasciato per l’ennesima volta basito, molto basito, è la semplicità disarmante del setup:

  • avvicini il case al telefono
  • apri il case

Fine. Gli auricolari si connettono e si configurano. Il telefono ti dice ogni volta che nelle vicinanze apri il case:

  • quanto è carico il case, si perché il case è una batteria che ricarica gli auricolari stessi
  • quanto è carico ogni auricolare

Infine, tramite l’account iCloud le impostazioni degli auricolari si propagano a tutti i device connessi con quell’account. Quindi prendete iPad, indossate gli auricolari, avviate la musica e, boom, funziona.

Ogni volta che faccio un’esperienza di questo genere ripenso a X-Box Smart Glass e mi viene da piangere, o, in quanto bergamasco da…biiiip

posted @ 2/23/2018 3:20 PM by Mauro Servienti

Vue.Js with ASP.NET Core MVC

posted @ 2/21/2018 9:17 AM by Alessandro Gervasoni

iPad Pro Smart Keyboard&hellip;

heavy-934552_1280

Come ho detto qualche tempo fa sono un soddisfatto utilizzatore di un iPad Pro. Come dicevo ho anche acquistato la Smart Keyboard e la penna. Della non utilità della penna parleremo un’altra volta.

La tastiera invece è fatta un gran bene, se proprio devo trovare dei difetti, direi che ne ha tre:

  • Una carenza più che un difetto: la mancanza della retroilluminazione, che non è un difetto ma un nice-to-have piuttosto
  • è troppo pesante
  • manca un alloggiamento/gancio per la penna

Siccome la tastiera fa anche da cover, spesso e volentieri vi ritrovate semplicemente ad aprirla e usare il tablet in modalità touch. Per un uso prolungato l’insieme diventa troppo pesante e vi ritrovate spesso a staccare del tutto la cover/tastiera e abbandonarla da qualche parte.

Inoltre l’assenza di un alloggiamento per la penna fa si che se vi portate dietro la penna sperando di poterla utilizzare sono più le volte che rischiate di lasciarla in giro che altro.

posted @ 2/16/2018 4:17 PM by Mauro Servienti

Obfuscar

The Simplest .NET obfuscation tool. And it's free!


https://www.obfuscar.com

posted @ 2/8/2018 12:05 PM by Alessandro Gervasoni

MVC in ASP.NET Core

posted @ 2/4/2018 3:34 PM by Alessandro Gervasoni

UnQlite

An Embeddable NoSQL Database Engine
https://unqlite.org

posted @ 1/29/2018 3:00 PM by Alessandro Gervasoni

&Egrave; un po&rsquo; che bigio, ma ho una buona scusa ;)

2018-01-16 14.27.01

Quelle manine!

A presto.

posted @ 1/26/2018 11:39 AM by Mauro Servienti

Npgsql

Npgsql is an open source ADO.NET Data Provider for PostgreSQL, it allows programs written in C#, Visual Basic, F# to access the PostgreSQL database server. It is implemented in 100% C# code, is free and is open source
http://www.npgsql.org

posted @ 1/24/2018 9:36 PM by Alessandro Gervasoni

Sabato 20 gennaio 2018 ci vediamo a Bologna per parlare di Serverless?

imageIl 2018 comincia alla grande, con una trasferta a Bologna dagli amici di Bologna Developer Zone per parlare di Azure Functions, Logic Apps e Event Grid.

Qui trovate tutti i dettagli e il link di iscrizione: https://www.meetup.com/it-IT/BolognaDeveloperZone/events/245285635/. L'evento pomeridiano terminerà poi, per chi si vuole fermare, con una cena tutti insieme!

L’idea è di capire come sfruttare al meglio questo paradigma negli scenari ottimali, integrandolo con il resto delle nostre soluzioni IaaS, PaaS, container-based, on-premise e ibride.

Cercheremo poi di capire il futuro di questo potentissimo strumento!

posted @ 1/18/2018 10:03 AM by Lorenzo Barbieri

c4model - model for software architecture

posted @ 1/17/2018 5:19 PM by Alessandro Gervasoni

Mockaroo - Random Data Generator

https://www.mockaroo.com

Need some mock data to test your app? Mockaroo lets you generate up to 1,000 rows of realistic test data in CSV, JSON, SQL, and Excel formats.

posted @ 1/17/2018 11:06 AM by Alessandro Gervasoni

Latest Images

From miscellaneous
From miscellaneous
From miscellaneous
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini
From Immagini