Back from Berlin AgileTestingDays

In questi giorni sono stato a Berlino per gli "Agile Testing Days" una conferenza dedicata al tema del testing delle applicazioni. Tra gli speaker nomi eccellenti come Mary e Tom Poppendieck, Tom Gilb, Lisa Crispin, Emanuele DelBono (:-D), Gojko Adzic e altri.
I partecipanti vanivano da varie parti del mondo: norvegia, germania, francia, svezia, corea, australia, USA, ecc.. (nessun italiano a parte noi e uno degli organizzatori) e lavorano in grandi nomi del nostro mercato: Nokia, Siemens, Samsung, Motorola ecc...
E' stato molto interessante conoscere queste persone e parlare con loro di processi, agilità, testing ecc...ma la cosa che più mi ha stupito è che per la maggior parte di loro è normale parlare di agilità, di user stories, di scrum, di TDD ecc...tutti applicano queste pratiche da tempo nello stesso modo in cui noi mangiamo la pizza. Ciò vuol dire che mentre da noi è cool usare le user story qui è da lamer non usarle e la gente si stupisce se gli diciamo che da noi i team non scrivono i test per le loro applicazioni.

Tutto questo per ribadire che sarebbe ora che anche in Italia queste pratiche venissero applicate senza scusanti del tipo "bello ma da noi non funziona", altrimenti rischiamo di rimanere piccoli artigiani di provincia in un mondo che sta davvero applicando i principi di industrializzazione e di ingegneria al software.
Non si tratta di un divario tecnologico ma di mentalità e metodologico, cosi la smetteremo di fare conferenze in cui si spiega come introdurre un processo agile in azienda per evitare l’ennesimo fallimento ma faremo conferenze per capire come migliorare il nostro processo di sviluppo per renderlo ancora più efficace.

 

Technorati Tags: ,

Print | posted on Friday, October 16, 2009 3:13 PM