Ciclo di vita e architettura dell’informazione

Riprendo un mio post vecchio di più di due anni in cui parlavo di un approccio allo sviluppo delle applicazioni che partiva dall’interfaccia invece che dal database perchè in questi giorni ho terminato la lettura di “Architettura dell’informazione” di Luca Rosati un ottimo libro che spinge il paradigma della progettazione ancora oltre.

Il succo della questione è: inutile iniziare a disegnare la User Interface (anche solo il mockup usando Balsamiq o Blend) se prima non si è fatta un’analisi di come organizzare le informazioni.

Quindi tutto dovrebbe partire da una analisi dei dati che l’utente usa per compiere il  suo lavoro, alla luce di questa analisi si può iniziare a pensare come suddividerli, organizzarli, mostrarli e quindi come gestire l’interazione uomo-informazione attraverso un’applicazione.

Il libro è ricco di esempi e spunti di riflessione. In fin dei conti i nostri programmi devono manipolare informazioni che servono agli utenti e quindi un’investimento per conoscere come sono fatte è d’obbligo se poi impariamo anche a renderle facilmente fruibili ancora meglio. Interessanti anche le idee proposte di supermercati semantici e geo-tagging delle informazioni.

Il libro si legge in pochi giorni. Lo consiglio per l’estate.

Print | posted on Friday, July 31, 2009 6:50 PM