Difference Between Approval and Appreciation

 

Excerpts from the article : The Difference Between Approval and Appreciation

 

Appreciation ... It comes from the heart and is offered spontaneously as the heart wells up with feelings of delight, awe, joy, or love regarding another's way of being. Appreciation has much more to do with the essence of a person rather than with performance. We are appreciating a person's core Self, who they really are and the results of who they are, rather than what they do and their performance.

Appreciation is a true gift.
With appreciation, there is no attachment to the outcome, no expectation that the other should or will continue to perform.


Approval is manipulative - that is, we give it with an outcome in mind. We hope that the other person will continue to do what we want as a result of the approval.
 

When you share something about yourself with the intent of getting approval, attention or appreciation, it doesn't feel like sharing to other people. Instead they feel pulled at to validate you.

 It is tiring to always be trying to get from others what we need to be giving to ourselves.

 

Tags :   |  |  |

Print | posted @ Wednesday, December 12, 2007 12:43 AM

Comments on this entry:

Gravatar # re: Esprimere un apprezzamento e dare approvazione
by LudovicoVan at 3/25/2008 11:39 PM

Ecco, ci mancava la controregola: i "complimenti" sono _banditi_.

:)

Julio
Gravatar # re: Esprimere un apprezzamento e dare approvazione
by LudovicoVan at 4/3/2008 7:15 PM

luKa:

> se ho capito bene quello che dici, sei d'accordo nel esprimere apprezzamente alla persona e bandire i complimenti interessati.

> e trovi utile far emergere un errore, evidenziarlo per risolverlo e non per criticare la persona.

Direi assolutamente di si'. Se c'e' qualcosa di utile in quello che ho mostrato e' che in una formalizzazione di questo principio (ancora occorre trovargli un nome), occorrono e solo occorrono due componenti, che chiamero' "la disprova" e "il bandito". L'"apprezzamento" e' sacrosanto, ma sfugge all'ambito del formalizzabile e, piu' in generale, del tecnico-funzionale. In una parola, ma nel senso buono: inutile parlarne.

-LV
Gravatar # re: Esprimere un apprezzamento e dare approvazione
by LudovicoVan at 4/5/2008 2:13 PM

P.S.

"Take your time!", come disse Custer al suo luogotenente...

~LV
Gravatar # re: Esprimere un apprezzamento e dare approvazione
by LudovicoVan at 4/13/2008 4:33 PM

Luka:

> in questa ottica :

> quando in una interazione c'è una Correzione (la disprova) o anche una conferma questa migliora la capacità di porate a termine bene una dato attività/task/compito e questo è un guadagno

> quando in una interazione c'è una approvazione o disapprovazione questa aumenta il grado di dipendenza tra i due cresce la necessità di interagire per comletare un dato attività/task/compito come bisogno aggiuntivo senza che però porti un miglioramento concreto nella capacità/abilità di completare quel dato attività/task/compito cioè questo genera una perdita

Nope, non e' quello che intendevo. Il modello, nella sua forma rielaborata, e' gia' tutto "positivo" cosi' com'e, e tutte le componenti mostrate concorrono ad una relazione "positiva", cioe' ad un arricchimento di entrambe le parti (nonche', in ultima analisi, dell'azienda stessa).

Provo a ripercorrerlo (all'altra tua domanda su cosa e come simulare, provo a rispondere separatamente):

==
1 == Focus (sugli errori) -- come norma
2 == Contenimento (dell'azione) -- come regola
--
3 == Apprezzamento (personale) -- come supporto
4 == Approvazione (tangibile) -- come alimento
==

Come ti dicevo, le varie componenti (che poi diventano le dimensioni di una rappresentazione) sono gia' tutte "positive", nel senso che tutte contribuiscono ad arricchire la relazione. Purtroppo non sono in grado di essere molto preciso e anzi ti avverto che, a questo stadio, la terminologia va "presa con le pinze perche' pesa come plutonio". Premessa l'avvertenza, potrei metterla cosi':

[segue...]
Gravatar # re: Esprimere un apprezzamento e dare approvazione
by LudovicoVan at 4/16/2008 6:15 PM

Concordo sulla contrattazione come questione individuale, anzi ritengo fondamentale che le persone si sveglino al loro ruolo di soggetti giuridici.

Detto questo, temo che tu faccia un po' di confusione con le parole. Il significato del termine "personale" nel modello di sopra va inteso nel suo contesto, che e' quello dell'Apprezzamento, e nel senso che ho gia' spiegato in altri post. Tant'e' che mi guarderei bene dal farne una pratica codificata in eventi ufficiali, tipo "medaglie d'onore" e commedie del genere (vabbe', se a uno gli piace, che se la suoni e se la canti pure, basta che non mi si chieda di partecipare come se fosse un segno di fedelta' al team, all'azienda e a Dio stesso).

Sull'asse Approvazione, per quanto il rapporto sia certamente individuale, comunque la parola chiave e' "tangibile". Potrei spiegarlo con questa iperbole: inutile continuare a prendersi in giro, se hai bisogno del mio lavoro, quello vero, e' bene che me lo paghi (appannaggio del falso e' ignoranza del silenzio).

Spero di aver chiarito e chiudo qui la relazione. A questo punto a te stanno le decisioni.

Intanto, ti ringrazio.

-LV
Comments have been closed on this topic.