posts - 4236, comments - 3946, trackbacks - 366

My Links

News



Subscribe Subscribe

image image image





This is my personal weblog. These postings are provided 'AS IS' with no warranties, and confer no rights. The views expressed on this weblog are mine alone and do not necessarily reflect the views of my employer.

Licenza Creative Commons

Tag Cloud

Archives

Post Categories

Come non perdere i propri dipendenti...

Torna l'angolo del "diario di un responsabile di practice" con il link ad un post veramente ben scritto ed interessate: How To :: Keep Your Best Talent.

Ed ora i miei commenti:

  • Sometimes Nothing is Better Than Something: concordo pienamente. Ho avuto colleghi in passato che hanno iniziato a cercare nuovi lavori dopo un aumento definito "ridicolo".
    Oppure gente arrabbiata dopo promesse di "bonus se finiamo questo progetto" risultate in aumenti o premi "ridicoli".
    So benissimo che non è facile capire cosa dare e cosa no, ma certe esperienze del passato mi hanno insegnato che forse è meglio pensarci bene...
  • Keep Your Eye on the Market: concordo pienamente anche su questo. In questo caso però vorrei chiarire che spesso questo vale anche se volete un aumento. Se non c'è nessuno "sul mercato" disposto a darvelo, probabilmente non è il caso di arrabbiarsi troppo se neanche la vostra società ve lo da. Datevi da fare per meritare di più, crescete, certificatevi se lo ritenete utile, diversificatevi, mettetevi in mostra e le opportunità arriveranno.
  • It's Not All About Money You Know: molto spesso a parità di offerta contano molto di più le prospettive, i progetti, la crescita. Ma soprattutto l'ambiente di lavoro. Un investimento per ottenere un buon ambiente di lavoro paga sempre, sia in termini di produttività, sia in termini di mantenimento delle persone. Dopotutto i topi sono i primi ad abbandonare la nave che affonda, e se devo scegliere, preferisco stare in un bell'ambiente, reattivo, che tende al miglioramento, piuttosto che in posti "tristi". E questo indipendentemente dai soldi finali, si può ottenere tanto anche con poco, l'importante è la volontà!

Cosa ne pensate?

Print | posted on Monday, August 29, 2005 3:49 PM |

Feedback

Gravatar

# re: Come non perdere i propri dipendenti...

Personalmente concordo con i punti 2 e 3.

Credo che valutare il proprio valore ogni 3 mesi sia una cosa decisamente salutare per un professionista.
8/29/2005 3:57 PM | alessio.marziali
Gravatar

# re: Come non perdere i propri dipendenti...

Sono d'accordo su tutti e tre i punti, ed in particolare con il commento di Lorenzo sul punto 2; spesso i "manager" delle aziende non hanno la minima idea di cosa significa gestire il personale, ma purtroppo tante volte sono anche i dipendenti a pretendere troppo senza neanche rendersi conto qual'è il loro reale valore di mercato
8/29/2005 4:01 PM | Daniele Proietti
Gravatar

# Re: Come non perdere i propri dipendenti...

L'argomento mi tocca da vicino perché proprio un'ora fa ho scoperto che un mio collega di provata capacità ha dato le dimissioni. Senza entrare nel dettaglio, perché non è sicuramente la sede adatta, io penso che i punti fondamentali su cui si deve basare il management di un'azienda oggi siano:

- Fronte compatto nelle scelte dirigenziali: è fondamentale avere una guida sempre presente, anche a costo di scelte impopolari. Sono d'accordissimo sul fatto che sia meglio dire un "no" chiaro e tondo piuttosto che assumere posizioni intermedie che alla fine non accontentano nessuno.
- Meritocrazia: premiare i furbi alla lunga non aiuta, anzi danneggia molto.
- Promozione e tutela della formazione del personale: non c'è bisogno di spiegare il perché.
- Creazione di un ambiente di lavoro "rilassante", evitando però che la gente se ne approfitti: in fondo sempre di un lavoro si tratta, per il divertimento esiste il fine settimana.
8/29/2005 4:51 PM | Roberto Marcellino
Gravatar

# Come non perdere i propri dipendenti...(secondo Janky)

8/30/2005 10:16 AM | jankyBlog
Gravatar

# re: Come non perdere i propri dipendenti...

Concordo con Lorenzo.

Per quanto riguarda quanto detto da Pierre vorrei allora chiedergli se ci sono molti imprenditori in Italia che la pensano come lui.

A mio avviso sono pochi, pochissimi (e ringrazio un mio amico che mi ha fatto conoscere una di queste perle rare), e molti altri invece tendono a sminuire (al limite del mobbing) il lavoro che i loro dipendenti fanno per il timore di dover dar loro un aumento o per 'scavalcare' le norme poco flessibili che impediscono loro di liberarsi del personale quando l'azienda affoga nei debiti.

Se invece vogliamo essere cattivi, i 'furbi' ed i 'cialtroni' esistono da entrambi i lati del fiume 'lavoro', non possono essere chiamati ne 'imprenditori' da un lato nè 'professionisti' dall'altro ed avere a che fare con loro è solo un danno.

Supponiamo di chiamare I=Imprenditori (seri), P=Professionisti, NI=Non Imprenditori (cialtroni), NP=Non Professionisti le combinazioni in una azienda sono :

I-P : Combinazione di successo
I-NP : Spreco di denaro in risorse umane non adatte (Come delineato da Pierre)
NI-P : Demotivazione del dipendente. Qualità del lavoro scarsa in partenza.
NI-NP : Società di consulenza 'mordi e fuggi'

Il tutto è IMVHO, ed è sola mia la responsabilità di quello che ho scritto.
8/30/2005 12:03 PM | Stefano Grevi
Gravatar

# re: Come non perdere i propri dipendenti...

NI-NP: venditori di salumi... in senso informatico... :-D
8/30/2005 12:06 PM | Lorenzo Barbieri
Comments have been closed on this topic.

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET