Posts
14
Comments
60
Trackbacks
7
Friday, January 15, 2010
[OT] Scandaloso...

Una "genialata" del nostro governo. Personalmente sono schifato....

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2010/01/diritto-copia-privata.shtml?uuid=013650f2-01bc-11df-9054-66bb1a6c98d4&DocRulesView=Libero

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=7141&ID_sezione=38&sezione=News

posted @ Friday, January 15, 2010 10:27 PM | Feedback (32)
Wednesday, May 20, 2009
Un poco di fortuna....

Per la prima volta in vita ho vinto qualcosa di "consistente" (non le solite ciafroccole da 4 soldi che, in realtà, sono poco più che gadgets e vengono distribuite a destra e manca...).

Grazie al sito www.windowsmobiletraining.com ho potuto approfondire alcuni aspetti di Windows Mobile, ho ottenuto una simpatica certificazione (non penso che mi servirà a progredire nel mondo del lavoro, ma è comunque sempre una soddisfazione il passare un test...) ed ho partecipato, quasi per gioco - ovvero senza speranze, al consorso che metteva in palio, a scelta, uno dei seguenti SmartPhones :

  • HTC Touch Pro
  • Samsung i900 Omnia
  • Sony Ericsson XPeria X1

Ebbene, questa mattina è arrivata la comunicazione... Sono ufficialmente un vincitore !!!! Chi l'avrebbe mai detto ?

Per la cronaca, ancorché interessi a qualcuno, ho optato per la prima scelta, l'HTC Touch Pro....

posted @ Wednesday, May 20, 2009 1:00 PM | Feedback (9)
Friday, July 18, 2008
Estendere Internet Explorer

So che è più un post da Forum, piuttosto che da Blog ma... sto impazzendo !!!!!

Vorrei sviluppare un Add-On in C# per Internet Explorer, ma non so come fare. Per la verità non so neanche se è possibile farlo in C# (so per certo che è possibile con C++).

Qualcuno di Voi ne sa qualcosa ?

Grazie a tutti per l'attenzione.....

FabioG

posted @ Friday, July 18, 2008 2:14 PM | Feedback (5)
Monday, June 9, 2008
Il Programmatore Ideale
C’è una cosa che mi frulla in testa da tanto tempo, ed è tracciare la definizione del “Programmatore Ideale”, quello che tutti vorrebbero come collega e/o come dipendente.
In questi giorni (mesi) anche noi, come tante altre Aziende, stiamo cercando di stilare una lista di caratteristiche che possano definire questa figura, purtroppo, secondo il mio modesto parere, con scarso successo.
Personalmente amo definirmi un “Geek Zoppo”, poiché nutro una passione sfrenata per la tecnologia (in particolare per il software) con poco (pochissimo) tempo (una moglie, un figlio di 9 mesi ed un lavoro particolarmente impegnativo ne assorbono a dismisura...) per studiarla.
Non mi sono mai posto limiti e il desiderio di imparare e sperimentare cose nuove mi ha sempre spinto a cercare e studiare alle ore più impensabili del giorno e della notte. Forse è questo l’aspetto che più mi differenzia dai miei colleghi. E forse è proprio per questo che ci siamo trovati in così forte disaccordo nella realizzazione di queste schede.
In pratica si tratta di redarre una scheda suddivisa in sezioni. All’interno di ogni sezione compaiono “n” voci, per ognuna delle quali devono essere assegnati due punteggi (in una scala da 0 a 9) :
·         Livello Richiesto
·         Livello Posseduto
Il punteggio “richiesto” è il livello di confidenza che l’Azienda vorrebbe che i dipendenti avessero della voce in oggetto. Il punteggio “posseduto” è ciò che l’individuo possiede effettivamente. Qui bisognerebbe aprire una parentesi sulla valutazione poiché, mi chiedo, chi sarà mai in grado di valutarmi sulle tecnologie che conosco solo io in Azienda ? (Un esempio triste ? XML e XSLT : l’abbiamo usato abbondantemente per un paio di applicazioni, ma io sono l’unico – giuro – che lo conosce...).
Questa non deve essere vista come una pura e semplice valutazione del singol, piuttosto deve essere considerata come un’indagine aziendale, attraverso la quale si può arrivare all’ottimizzazione delle risorse, tramite cambiamenti di mansione e/o corsi di formazione (anche se, onestamente, non credo che l’Azienda presso cui lavoro punterà a tanto...).
Il nocciolo della questione, ovvero il seme della discordia, è : quali voci inserire nella sezione “Conoscenze Specialistiche” ?
Dal mio punto di vista, strettamente tecnico, ho pensato alle seguenti :
1)      Propensione all’evoluzione tecnologica – Se dovessi trovare un sinonimo penserei a “quanto sei Geek in una scala da 0 a 9 ?”. Oggettivamente, non saprei che farmene di un ottimo programmatore fermo ai concetti del COBOL con nessuna propensione all’evoluzione (tecnologica) personale.
2)      Linguaggi conosciuti – Ovviamente con dettaglio degli stessi (ad esclusione di quelli “morti” che tutti abbiamo usato in passato – p.e. BASIC). Non tanto per fare una gara adolescenziale “a chi ne conosce di più”, quanto piuttosto per sapere quali sono le effettive conoscenze che rappresentano il patrimonio dell’Azienda.
3)      Conoscenza della Lingua Inglese – Sembra una banalità, ma Vi garantisco che non lo è...
4)      Database conosciuti – A meno che non ci si voglia limitare a scrivere “Hello, World!” in tutti i linguaggi possibili ed immaginabili, la conoscenza, più o meno approfondita, di almeno un DB è importantissima. La mia esperienza diretta mia ha portato a conoscere sia Oracle che SQLServer, entrambi dal punto di vista delle interrogazioni SQL come da quello della programmazione “avanzata” (Triggers e Procedures in PL/SQL e/o TSQL). Non da meno è la conoscenza dei concetti che stanno alla base di un DB relazionale.
5)      Sistemi Operativi – La conoscenza dei sistemi su cui girano i nostri applicativi non dovrebbe essere prerogativa della sola area sistemistica di un’Azienda. Il “sapersi muovere” agilmente (copia di files, creazione di directories, navigazione della rete, utilizzo di FTP/Telnet, etc...) dovrebbe essere una caratteristica comune a tutti. Invece, e questo è solo un esempio, il Registro Eventi (Event Viewer) di Windows, sembra essere un’applicazione sconosciuta, che un programma tore non ha bisogno di conoscere !!!!!!
Queste sono alcune caratteristiche che, personalmente, cercherei in un programmatore. E’ forse pretendere troppo ? Secondo molti miei colleghi, si !
Forse è una questione di carattere o forse, molto più banalmente, è una questione di passione. Chissà. Resta il fatto che questo confronto “interno” mi ha pietrificato (per carità, non è successo nulla che non sospettassi ampiamente, ma sono comunque rimasto basito).
Concludendo, visto che il Blog è principalmente terra di confronto, ho ritenuto interessante condividere questi pensieri con la community. Magari, qualcuno di Voi è già stato sottoposto a questo genere di valutazione o se ne è interessato... Che dite ? Sono “allineato e coperto”, oppure hanno ragione i miei colleghi, che tendono a tracciare un profilo più basso ?
posted @ Monday, June 9, 2008 8:56 AM | Feedback (12)
Friday, June 6, 2008
Community Days 2008
Grazie alla segnalazione di Nicolò mi sono “svegliato” e subito iscritto ai Community Days 2008.
Credo siano una buona occasione per seguire un po’ più da vicino l’evoluzione delle tecnologie che utilizziamo quitidianamente e, soprattutto, per incontrare, conoscere e confrontarsi con i professionisti di questo gruppo.
Ma (dannazione, c’è sempre un “ma”) c’è una cosa che mi lascia perplesso, ovvero la reazione dei miei boss (uno, in particolare).
Fermo restando il fatto che, questa volta, ho PRIMA effettuato la registrazione all’evento e POI ho chiesto l’autorizzazione a parteciparvi, mi sono sentito ripetere la stessa frase delle altre volte : “Ah, ma è proprio necessario ? Che benefici porta ? Io non ci vedo nessuna utilità.”. Visto e considerato che non è la prima volta che ricevo questa risposta, e che ancora una volta mi ha fatto ribollire il sangue nelle vene, ho (istantaneamente) deciso che se l’Azienda non mi passerà questi due giorni come “trasferta”, li farò passare io come “ferie”.
Tutto ciò, però, mi porta ad una riflessione : funziona così in tutte le softwarehouse ? Anche Voi avete dei “capetti” così miopi da non saper vedere al di là del proprio naso ? La formazione (o l’”evoluzione tecnologica”) sono viste come perdite di tempo ?
Devo comunque spezzare una lancia in favore dell’Azienda per cui lavoro, poiché solo i 3/50 dei dipendenti lavorano su tecnologie degne di questo nome. Ebbene si, siamo ben in 3 a lavorare in ambiente .Net, mentre il resto dell’Azienda è impegnato a svilupparne (e mantenerne) il core business con l’ausilio di un 4GL denimonato Uniface (noi 3, con grande gioia e gaudio, ce ne stiamo lentamente liberando). E quando il core business di un’Azienda si basa su un linguaggio che si adegua all’evoluzione tecnologica alla stessa velocità di un bradipo (anestetizzato), forse è abbastanza naturale che questi eventi vengano visti come fumo negli occhi.
Mi piacerebbe leggere qualche Vostra opinione in merito anche se, onestamente, mi piacerebbe ancora di più parlarne a quattr’occhi, magari proprio in occasione di queste giornate.
E poi, chissà, si potrebbe sempre organizzare un aperitivo in quel di Torino....
Update 6 Giugno 2008 - h 11:25
Incredibile ! Abbiamo avuto l'autorizzazione "ufficiale" a partecipare all'evento... Beh, in realtà solo uno di noi (1 su 3 è comunque il 33% !!!!).... Quindi, che dire ? A presto !!!!!!
posted @ Friday, June 6, 2008 8:52 AM | Feedback (10)
Thursday, April 3, 2008
Training with Dino
Sveglia alle 5.30, partenza da Torino alla volta di Milano (accidenti all’A4), corso, uscita alle 17.30 – 18.00, rientro a casa alle 20.00, cambio del pannolino al pupo (grazie, Mara, per avermi aspettato !!!), cena, biberon al pupo, ninnananna al pupo (ma vuoi dormire ?!?!?!?!), smanettata al notebook per rivalutare la lezione del giorno.... e finalmente a dormire (ma tra 5 ore si ricomincia)....
posted @ Thursday, April 3, 2008 1:14 PM | Feedback (0)
Sunday, February 17, 2008
[VS2008] Automatic Properties

Le “Automatic Properties” sono un’altra innovazione introdotta in Visual Studio 2008 (ovvero nel Framework 3.5). Questa particolarità permette allo sviluppatore di risparmiare tempo nello scrivere codice ripetitivo e, per certi versi, inutile.

Supponiamo di codificare la classe “Prova” dove, per esempio, mettiamo a disposizione la proprietà “Numero”. Questa proprietà non fa altro che assegnare/restituire il valore della sottostante variabile privata “_numero”. In Visual Studio 2008 (Framework 3.5) è possibile scrivere quanto segue :

    class Prova

    {

        Int32 _numero;

 

        public Int32 Numero { get; set; }

 

        //.....

    }

Sarà compito del compilatore espandere questa dichiarazione, rendendola come siamo stati abituati a fare con le versioni precedenti del Framework :

        public Int32 Numero

        {

            get { return _numero; }

            set { _numero = value; }

        }

 

La nuova modalità ci avvantaggia in quanto avremo la possibilità di avere codice sorgente più compatto (e leggibile) e potremo essere più veloci nello scrivere i nostri programmi (anche se, in questo caso, il tasto destro del mouse e la selezione di Refactor/Encapsulate Field aveva già dato molto).

Anche in questo caso, un grazie a Dino Esposito che ci ha deliziato con quest’altra “chicca” nell’articolo già citato nel mio precedente post. Caspita Dino, ma è possibile che ogni volta che apri bocca (o tocchi penna) ci sia sempre qualcosa da imparare !?!?!?! J

 

 

posted @ Sunday, February 17, 2008 3:48 PM | Feedback (1)
[VS2008] Extension Methods

Una delle novità di Visual Studio 2008 (ovvero del Framework 3.5) è l’esistenza di quelli che sono definiti “Extension Methods”. Attraverso tali metodi è possibile estendere una classe (anche quelle di base) senza doverla per forza derivare.

Il tutto si sviluppa intorno alla costruzione di una classe statica e di uno o più metodi statici, caratterizzati dall’utilizzo dell’operatore “this” tra i parametri.

Vediamo l’utilità di quanto appena descritto con un esempio :

namespace ConsoleTest

{

    public static class clsExtension

    {

        public static bool IsInt32(this string pString)

        {

            Int32 tNumber;

            bool tResult = Int32.TryParse(pString, out tNumber);

            return tResult;

        }

    }

}

Questa è la classe statica che ci permette di estendere la classe base “String”, aggiungendole il metodo “IsInt32” che restituisce true o false a seconda che il contenuto della stringa sia, oppure no, un Int32.

L’utilizzo della sopraccitata classe è decisamente semplice :

static void Main(string[] args)

{

  string tStr = "1234";

  Console.WriteLine("{0} is number : {1}", tStr, tStr.IsInt32());

  tStr = "abc";

  Console.WriteLine("{0} is number : {1}", tStr, tStr.IsInt32());

  Console.ReadKey();

}

In questo modo abbiamo aggiunto alla classe String la possibilità di restituire, senza troppi giri e/o ripetizioni, un valore boioleano che ci indichi se questa contiene un numero (Int32) valido oppure no. Ovviamente, questa è solo una delle innumerevoli possibilità, limitate solo dalla nostra fantasia e dalle nostre necessità...

Questa è una delle “chicche” scritte da Dino Esposito in un interessante (ma purtroppo breve) articolo intitolato “Inside Visual Studio 2008”, pubblicato su Dr.Dobb’s Journal di Febbraio 2008. Che dire ? Ancora una volta, Grazie Dino !!!!!!

 

posted @ Sunday, February 17, 2008 3:28 PM | Feedback (0)
Wednesday, January 23, 2008
[OT] www.zopa.it

Vi segnalo questa news (che non è più tanto "news", in quanto già "vecchia" di almeno un paio di mesi) che mi ha molto colpito, poiché è l'ennesimo sintomo di una società che sta cambiando.

Zopa è l'acronimo di ZOna di Possibile Accordo ed è un sistema che, a quanto pare, ha riscosso molto successo in UK e negli USA. In poche parole si tratta di un intermediatore "virtuale" che permette a dei "Prestatori" di prestare il loro denaro a dei "Richiedenti".  Siamo al limite del "Prestito Solidale", poiché i Richiedenti possono ottenere denaro a tassi decisamente più bassi di quelli offerti dalle banche (che, se questa cosa prende piede, sono le uniche a risentirne...)

Sono curioso di vedere come si evolverà la cosa.... Quando nacque eBay, devo ammettere di essere stato molto scettico : ciò che mi lasciava perplesso non era tanto la sicurezza del canale utilizzato per il pagamento della transazione, quanto il fatto di dover pagare la merce in anticipo, magari ad un venditore estero...

E ciò che mi lascia perplesso di Zopa, è il fatto che un Nickname presti denaro ad un altro Nickname... va a finire che qualcuno finirà col finanziare un kamikaze che ci farà cadere il governo (eh eh eh...)

Bah, comunque sia, auguro a tutti Voi di non aver mai bisogno di prestiti.

posted @ Wednesday, January 23, 2008 1:07 PM | Feedback (3)
Thursday, December 27, 2007
70-536

Basta, ho deciso.

Il Natale ha portato consiglio, e sto per dare il via al primo "Buon Proposito 2008".

Inizio a studiare per il 70-536 (acc..., sono già "fuori corso" prima di iniziare...).

As usual, se avete consigli o commenti, io sono qui.

Buone Feste a tutti !

posted @ Thursday, December 27, 2007 1:32 PM | Feedback (3)
News
Titolo
Ecco uno scatto rubato al duro lavoro in "miniera"

...e per non dimenticare mai che il tempo passa, questa è la mia età :

La "Miniera" :

Visite dal 27/11/2007 :