SQL Server 2005 Developer Guidelines - Parte 2

E' stato pubblicato il mio secondo articolo sulle Development Guidelines per lo sviluppo di un database. Questo articolo, in realtà, può essere letto da chiunque, anche da chi non usa SQL Server.

Perchè può essere letto da chiunque? Perchè si parla di progettazione di un database, di normalizzazione, dell'utilizzo dei NULL di utilizzo delle stored procedure.

Tutti concetti che migliorano lo sviluppo dei database e quindi anche delle soluzioni basate a SQL Server.

Concetti che sono vitali per utilizzare al meglio un RDBMS della complessità e della potenza di SQL Server, e che invito pertanto tutti a leggere e rileggere e - soprattutto - a condividere, non solo con altre persone tecniche ma anche con project manager, project leaders e via dicendo. Chissa che questo non aiuti ad evitare quello di cui parlavo nel post di qualche giorno fa.

L'integrità dei dati è importante...anzi è la cosa più importante, da preservare ad ogni costo: è ora di capirlo, tecnici e non. Soprattutto questi ultimi dovrebbero fare due calcoli: scopriranno ben presto che ogni violazione dell'integrità è "monetarizzabile" e rappresenta un costo MOLTO ALTO alle voci "manutenzione ordinaria", "manutenzione straordinaria" e "soddisfazione del cliente". :-)

Buona lettura!

http://www.microsoft.com/italy/msdn/risorsemsdn/sql/sql2.mspx

PS

Per l'occasione ho riabilitato i commenti, sperando che non ritorni la solita ondata di spam...:-(

Print | posted on Monday, February 26, 2007 10:39 PM

Feedback

# re: SQL Server 2005 Developer Guidelines - Parte 2

Left by Davide Mauri at 2/28/2007 12:29 PM
Gravatar Ciao Paolo

Puoi trovare questi articoli nel SQL Server Developer Center:


http://www.microsoft.com/italy/msdn/risorsemsdn/sql/default.mspx

nel giro di qualche mese, con l'uscita del nuovo sito UGISS, tutti questi articoli saranno poi disponibili direttamente tramite www.ugiss.org

Ciaoo!
Comments have been closed on this topic.

Copyright © Davide Mauri

Design by Bartosz Brzezinski

Design by Phil Haack Based On A Design By Bartosz Brzezinski