September 2007 Blog Posts

Rimuovere i metodi setup e tear town dai propri test

Chi usa scrivere unit-test sa bene che in molti dei framework disponibili oggi è possibile creare un metodo che viene eseguito prima di ogni test decorandolo con l'attributo [Setup] ed un metodo che viene eseguito dopo ogni test decorandolo con l'attributo [TearDown]. James Newkirkin, uno che unit-test ne sa' , in questo post sostiene che questa pratica ha più svantaggi che vantaggi tanto che nel nuovo framework xUnit tali attributi non sono presenti. A questo indirizzo viene spiegato dettagliatamente come raggiungere lo stesso risultato con xUnit senza ricorrere all'utilizzo dei metodi decorati con gli attributi [Setup] e [TearDown] . Personalmente ho sempre utilizzando gli attributi senza avvertire...

xUnit.net: un'altro framework per unit test

Da oggi è disponibile su codeplex la versione 1.0 del nuovo framework creato dal James Newkirk e Brad Wilson. Tra la documentazione è presente anche una pagina di confronto con i framework già esistenti. Peccato che per ora manchi ancora il confronto con mbUnit. Interessante la possibilità di avere già da questa versione l'integrazione con TestDriven.NET per me fondamente per ogni framework di test che si rispetti. Altri dettagli sul progetto li trovate qui. Technorati tags: unit test, xunit, mbunit

GO ed escuzioni multiple della stessa istruzione

Segnalo questo post di Andrea che presenta un'interessante esempio di come sia possibile utilizzare lo statement GO per replicare n volte la stessa istruzione T-SQL.Ottimo per creare delle righe di esempio in un database. Technorati tags: GO statement, T-SQL

Build server pubblico per CI Factory

Come annunciato in questo post di Jay da oggi è disponibile pubblicamente il build server di CI Factory che ovviamente è un'istallazione dello stesso programma. Penso che sia un'ottima vetrina per dimostrare cosa sia possibile fare con una installazione di questo build server. Technorati tags: continuous integration, ci factory

Refactorings quick reference guide

Quando si vuole procedere con un po' di miglioramento del proprio codice ci sono 2 libri molto interessanti che ci possono guidare in questa operazione: Martin Fowler's "Refactoring: Improving the Design of Existing Code" Joshua Kerievsky's "Refactoring to Patterns". C'è anche qualcuno che si è preso la briga di fare una piccola guida per navigare più agevolmente il contenuto di questi 2 manuali.Il documento .pdf lo potete scaricare da qui. Penso che sulla mia scrivania questo foglio possa trovare il suo giusto spazio, magari soppiantando l'oramai consunto foglio con la lista degli shortcut di Resharper ! Technorati tags: Refactor, Design Pattern

TechEd 2007: I'm coming!

E' ufficiale. Il bonifico è partito, quindi dal 5 al 9 novembre ci si vede in quel di Barcellona.     Technorati tags: Tech Ed 2007, Barcelona

Esplorando il Behaviour Driven Development

Da qualche tempo ho notato in rete un certo interesse verso il Behaviour Driven Development (abbreviato in BDD). Sul sito viene data questa definizione : Il Behaviour-Driven Development (BDD) è una evolozione dei concetti alla base del TestDrivenDevelopment e del AcceptanceTestDrivenPlanning. Ovviamente esistono diverse implementazione (vedi tools) a seconda della piattaforma su cui si sviluppa. Per chi usa il framework .NET consiglio di dare un'occhiata a questi due progetti: specter che usa Boo come linguaggio per creare i test. Sul sito è presente anche un buon video su come usarlo. Behave# che usa C#, un esempio lo trovate su wiki del progetto. Altri...