posts - 4224, comments - 5439, trackbacks - 481

My Links

News



Subscribe Subscribe

image image image





This is my personal weblog. These postings are provided 'AS IS' with no warranties, and confer no rights. The views expressed on this weblog are mine alone and do not necessarily reflect the views of my employer.

Licenza Creative Commons

Tag Cloud

Archives

Post Categories

“wherever dev go, future follows”

Questa frase è veramente molto interessante e profetica. L’ho sentita al meeting con James Whittaker, non so se è sua o se era una citazione, non lo ricordo. So solo che fa il paio con “l’unico modo di conoscere il futuro è crearlo”.

Penso spesso al potere che abbiamo noi Dev, se gestito bene. Non basta saper programmare, bisogna saper sfruttare al meglio le opportunità che ci sono, bisogna non focalizzarsi “esclusivamente” sulla parte tecnica, ma capire che comunicazione, affidabilità personale, gestione delle proprie risorse, interazione con gli altri, networking, e tante altre soft-skill che spesso sottovalutiamo sono indispensabili.

Prendiamo il parlare in pubblico, tema che mi interessa ormai da molti anni. Molti pensano che parlare in pubblico sia solo tenere corsi o fare il relatore ad una conferenza. Si, ma non solo.

Parlare in pubblico è esporre un progetto al proprio capo, al direttore della propria divisione, parlare durante uno stato avanzamento lavori cercando di guidare attivamente il discorso e “tramettendo” il valore del proprio lavoro, fare un pitch per la propria startup, affrontare con successo un colloquio individuale o di gruppo, stare in mezzo agli altri da protagonista e non da semplice osservatore. Parlare in pubblico è convincere il proprio capo che meritiamo un aumento.

E no, non voglio dire che non c’è futuro per il mestiere di dev, e che il dev deve prima o poi diventare un trainer, PM, analista o altro per avere successo… tutt’altro.

Dico però che se il dev vuole uscire dallo stereotipo del supertecnico incapace di comunicare deve alzarsi, fare uno sforzo, e capire che basta veramente poco.

Risultati immagini per how users see geeks

Ho fatto una scommessa tempo fa sul fatto che si possa parlare di “public speaking” ai geek, ai tecnici, alle persone introverse. Che si possa passare da sentire persone incapaci di comunicare a interagire con persone che comunicano efficacemente. Ho fatto sessioni, sto preparando un sacco di materiale, ho iniziato una serie sul mio profilo linkedin (interrotta prematuramente, a proposito di affidabilità…).

Devo dirvi che ho avuto risposte buone in teoria, ma che poi hanno portato a poco.

Sto cercando di vincere la scommessa, in collaborazione con Codemotion abbiamo preparato un workshop di una giornata interamente dedicato ai dev, ai geek, ai tecnici, meglio se introversi Smile

Per i lettori del blog c’è la possibilità di iscriversi al workshop allo stesso prezzo dell’early bird scaduto a fine gennaio, fino al 16 marzo, basta contattarmi a nome PUNTO cognome CHIOCCIOLA outlook PUNTO com per avere il codice.

Se vogliamo creare il futuro dobbiamo essere in grado di raccontarlo. Vi aspetto.

Print | posted on Friday, March 10, 2017 2:18 PM | Filed Under [ Community e amici ]

Comments have been closed on this topic.

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET