posts - 4236, comments - 3946, trackbacks - 366

My Links

News



Subscribe Subscribe

image image image





This is my personal weblog. These postings are provided 'AS IS' with no warranties, and confer no rights. The views expressed on this weblog are mine alone and do not necessarily reflect the views of my employer.

Licenza Creative Commons

Tag Cloud

Archives

Post Categories

AOP in .NET... un anno dopo... stesse preoccupazioni...

E' passato un anno da quando ho scritto l'articolo su AOP e .NET: "AOP: c'è spazio in .NET per questa tecnologia?" (DEV n.115 - Febbraio 2004 - richiede username e passoword...) e proprio in questi giorni sembra che AOP stia di nuovo generando interesse nella comunità .NET...

Roy Osherove ha postato il link ad un sito che elenca i tool disponibili (progetti open source, alcuni dal dubbio funzionamento e supporto, altri aggiornati più di recente...).

Altri tool li avevo segnalati io l'anno scorso, ma tutti prontamente abbandonati (tranne eXtensible C# che dalla versione 1.x gratuita è diventato a pagamento dalla 2.x, e non è propriamente un tool AOP al 100%...)

The article speaks about Aspect Oriented Programming (AOP) and its relationship with .NET, ranging from COM+/Enterprise Services, ContextBound Attributes, eXtensible C#, CLAW, LOOM, Aspect C#, to some interesting comments from Clemens Vasters, Don Box (at Tech Ed 2003 Europe), John Lam, and others...

Dall'articolo e dai commenti linkati, si evince che secondo la maggior parte delle persone che ha lavorato in AOP su .NET la strada è irta e pericolosa, piena di problemi "concettuali" e di design difficilmente risolvibili, o meglio risolvibili percorrendo altre strade (generazione del codice e altro).

L'interception utilizzata dalla maggior parte dei framework è una strada abbastanza lenta. L'utilizzo delle profiling API per modificare il codice al volo è un'attività rischiosa che introduce problemi nel debugging.

Anche Don Box parlando di Spring, NSpring e altri tool del genere in un recente .NET Rocks ha fatto presente come questi tool introducono tanti problemi quanti ne risolvono, come ad esempio il problema dei puntatori nudi (non adornati dal framework AOP o simile in uso) che potrebbero essere passati in giro scavalcando il framework e creando un sacco di problemi.

Anche Forrester Reasearch si è occupata di AOP con una ricerca intitolata "AOP Considered Harmful", disponibile a pagamento, in cui si fa vedere come forse bisognerebbe cercare di risolvere in altro modo i problemi che oggi vengono risolti da AOP...

Print | posted on Friday, April 15, 2005 11:03 AM | Filed Under [ Miei articoli, presentazioni e webcast ]

Comments have been closed on this topic.

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET