.NET Micro Framework (part 1)

Questo è il primo post di una serie che ho intenzione di scrivere sulla mia attuale esperienza con .NET Micro Framework.

Introduzione al .NET Micro Framework

E’ una versione open source del .NET Framework, ridotta e ottimizzata per girare su piccoli microprocessori con poche risorse (256 KBytes per la memoria flash e 64 KBytes per la RAM), con tutti i vantaggi che l’uso tale framework comporta, a partire da l’uso di Visual Studio come ambiente di sviluppo, con tanto di debugger e emulatore virtuale, il linguaggio C#, la disponibilità di un sottoinsieme della Base Class Library (70 classi e 420 metodi), l’uso di un GUI framework basato su WPF (senza XAML), l’indipendenza da uno specifico hardware (a parità di risorse), la possibilità di scrivere device drivers direttamente in C#, per finire con il CLR che offre protezione delle risorse, gestione della memoria, eccezioni in luogo degli errori, ed isolamento del codice in application domain.

Per maggiori informazioni:

L’hardware

Tra i diversi produttori e schede disponibili, ho scelto una piccola scheda entry-level, la FEZmini, commercializzata dalla GHI Electronics:

image

L’ho scelta per la completezza del supporto, la presenza di librerie aggiuntive molto comode (tra le quali la possibilità di usare come memoria aggiuntiva un lettore di schede Micro SD e un driver per database SQLite) e e la disponibilità di ingresso e uscita audio.

Le informazioni che seguono e gli esempi presenti nei prossimi post sono tutti riferiti a questa scheda, ma per quanto detto sono facilmente utilizzabili per altre schede.

Il software

Per iniziare a sviluppare, occore una versione di Visual Studio (si può usare la propria versione o scaricare la Visual C# Express Edition 2010, che è gratuita), alla quale occorre aggiungere:

Inoltre dal sito della GHI Electronics, è necessario scaricare:

L’SDK della GHI Electronics contiene gli assembly delle librerie aggiuntive fornite a supporto delle specifiche funzionalità hardware delle loro schede e la relativa documentazione, il firmware con cui aggiornare la scheda e il programma di installazione che aggiunge a Visual Studio, tra le altre cose, i template per le applicazioni .NET Micro Framework che utilizzano le loro schede.

TeraTerm è un semplice programma di comunicazione capace di gestire il protocollo XModem, necessario per aggiornare il firmware della scheda FEZmini. Il collegamento seriale tra il PC e la scheda è comunque realizzato in emulazione, via porta USB.

L’auto installer è opzionale, ma utile per installare il driver usb adatto in relazione alla scheda hardware dal collegare.

Nel prossimo post ci occuperemo dell’installazione del software.

posted @ giovedì 10 marzo 2011 11.12

Print

Comments on this entry:

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Max at 10/03/2011 12.10
Gravatar
Aspetto il prossimo post!

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Gianluca at 10/03/2011 12.23
Gravatar
Grandissimo Nico!
Il .NET MicroFramework mi ha sempre affascinato moltissimo ma non ho mai avuto tempo di mettermi dietro e svilupparci qualcosa...questi post sono una manna dal cielo. Thanks un milione!

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Matteo at 10/03/2011 12.45
Gravatar
Idem!

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Pietro L. at 10/03/2011 12.56
Gravatar
Grazie! Condivido pienamente l'opinione di Gianluca.

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Federico at 10/03/2011 14.25
Gravatar
Bravo Nicolò, complimenti e continua, grazie, è interessantissimo!!!

# re: .NET Micro Framework (part 1)

Left by Andrea Angella at 15/03/2011 18.51
Gravatar
Figurati Nicolo', capisco bene le tue ragioni !! Si e' vero in effetti e' un po' obsoleto. Le cose evolvono rapidamente.

Buon divertimento :)
Comments have been closed on this topic.
«dicembre»
domlunmarmergiovensab
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567