UgiDotNet e il lavoro..

Era un pò che volevo scrivere questo post. Ma non avevo mai trovato le parole e l'occasion giusta (forse anche il tempo? smile_wink).

Poi questo post, sulla "presenza in rete" delle persone mi ha finalmente convinto.

Prendo lo spunto, in primis, per ringraziare ed elogiare UgiDotNet, la sua "potenza" e la visibilità che regala ai suoi utenti.

Grazie ad UgiDotNet, e a certi siti di recruitment, sono venuto a conoscenza di una bella realtà, (www.beije.it), fatta di belle persone e di un tentativo di lavorare in una certa maniera, con qualità e valorizzando le risorse, che condivido e cerco da tempo e che si contrappone in maniera netta con le mie precedenti esperienze, e l'alienante quotidianetà di consulente, in cui i principi "prendi i soldi e scappa" e "consegna qualsiasi cosa, basta che si veda" sono imperanti. Vista la partenza di un altro progetto, di cui poi magari parlerò più avanti, purtroppo con queste persone non siamo riusciti a concretizzare molto, per ora. E pensare che mi hanno contattato proprio dopo aver letto, o meglio collegato il mio blog al mio nome! smile_omg (cosa che mi ha convinto a metter un link al blog all'interno del mio CV)

Analizzando meglio la realtà UgiDotNet, e anche dei siti collegati, ho notato come all'interno di questa community ci siano tutta una serie di professionisti, con determinati skill tecnici, ma manca qualsiasi figura presente nelle schiere dei grandi "system integrator", avvalorando ancor di più la tesi secondo la quale il lavoro proposto/prodotto da quest'ultimi è in molti casi di livello qualitativo piuttosto basso (specialmente togliendo l'apporto di "consulenti" esterni), in cui l'utilizzo di "nuove" tecnologie, l'approfondimento di determinati argomenti, la valorizzazione di figure professionali, vengono relegate in secondo piano(per non dire di peggio), facendo prevalere scelte "politiche", economiche e meramente "di cassa" (cosa giusta e che deve far sempre parte di qualsiasi gestione di progetto, ma nn dovrebbe essere praticamente l'unico metro di giudizio).

Il fatto, molto preoccupante, è che la quasi totalità del mercato dell'IT italiano è formato dalla consulenza, ma la speranza è che sempre più realtà come quella che ho trovato grazie a questo blog crescano e si contrappongano con successo a situazioni in cui il valore della persona, l'investimento e lo sforzo profuso nel tentativo di produrre qualcosa di valido non vengono riconosciuti correttamente ed in cui i famosi "c**i di pietra", quelli che ti mandano regolarmente la mail alle 23 o nel week end, quelli che fissano le riunioni il venerdì pomeriggio/sera, ecc, ecc sono gli unici che vengono ascoltati/fanno carriera.

 

PS: spero che nessuno si offenda. Non voglio generalizzare o accusare in maniera indiscrimanata tutto e tutti (so benissimo che esistono mille eccezioni, sia in un senso che nell'altro), ma semplicemente riportare la mia esperienza diretta e quella frutto di confronti su questo tema con molti miei (ex) colleghi.

 

Technorati Tags: , ,

Print | posted on Thursday, September 13, 2007 2:23 PM