BLL e i processi di validazione

I think it's much more useful to think of validation as something that's bound to a context - typically an action that you want to do. ContextualValidation di Martin Fowler.

Parole sante, legare la validazione al contesto è un concetto che sto appoggiando da un pò (per le stesse consiederazioni fatte da martin Fowler), abbandonando la validazione _generica_ degli oggetti e indipendetemente dal contesto. Tale modalità di operarare è quella che su cui si basa la validazione per attributi come suggerito in un vecchio (anno 2003) ma brillante tip di Pierre: "Creare un Attributo per implementare Constraint".

Ultimanete sto quindi implementato sistemi di validazione non più basati sull'uso di attributi ma più simili alle validazioni classiche. Uso inoltre un sistema ispirato al "Notification", sempre di Martin Fowler, in modo che ogni procedura che necessità di validazione richiede un oggetto Notification. Al termine della procedura l'oggetto conterrà il risultato (bool success) e una collezione di eventuali errori di validazione.

...la produttività è importante per cui credo sia bene evitare le classifiche carrellate di "If" preferendo invece una serie di Validator generici invocati a catena e configuarti ad hoc per il contesto...

public void ValidateProductForSaving(Product product, Notification notification)
{
     //Il nome non può essere nullo e deve avere una lunghezza tra 1 e 50 caratteri.
     StringValidator vName = new StringValidator("NAME_NOT_VALID", false, 1, 50); 
     vName.Validate(product.Name, notification);

     //La descrizione piò essere nulla e nel caso non può eccedere i 4000 caratteri.
     StringValidator vDescription = new StringValidator("DESCRIPTION_NOT_VALID", true, 4000); 
     vDescription.Validate(product.Description, notification);

     // ...
}

Nel codice dello snippet durante il processo di validazione (for saving) ogni validator aggiunge il/i proprio/propri ValidationError nella collezione di errori del Notification.

posted @ giovedì 15 dicembre 2005 14:35

Print

Comments on this entry:

# re: BLL e i processi di validazione

Left by Pierre Greborio at 15/12/2005 17:03
Gravatar
Da molto tempo ritengo che la validazione contestuale sia migliore della validazione generica, tantè che nelle conclusioni dell'articolo lo evidenzio abbastanza.

Però mi spingerei un attimo oltre, cioè in una suddivisione netta fra entità (il dato) e il processo (es. workflow). Ma questo è un'altro tema...

# jankyValidation [#1]: Premesse

Left by jankyBlog at 27/03/2006 13:55
Gravatar
alla fine ci sono riuscito...ecco la jankyValidation...

# jankyValidation [#1]: Premesse

Left by jankyBlog at 27/03/2006 16:13
Gravatar
Comments have been closed on this topic.
«agosto»
domlunmarmergiovensab
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345