Obrobri web nel sito ATM-MI.it

La linea tramviaria 7 di Milano allunga il suo percorso fino a Precotto: "bene, andiamo a vedere da dove passa"... "chissà come mai ci vuole 1 minuto per scaricare una piccola immaginetta da 600px".

Visualizzata la mappa sulla pagina, guardo le proprietà: pesa 2611.57 kB smile_whatchutalkingabout

E l'immagine originale? non è di 600px, ma di 1122px, e ridimensionata in pagina... e, soprattutto, è una BMP!!!

Ecco il link all'immagine incriminata (attenzione, pesa veramente 2,6Mb): http://www.atm-mi.it/NR/rdonlyres/8026E361-96D9-45FB-9592-BFF6FC32CD5D/0/ProlungLinea7.bmp

Secondo me dovrebbero togliere il supporto nativo delle bmp all'interno dei browser, e visualizzare una bella X rossa se l'immagine inline non è gif, jpg o png. (O uccidere il content editor del sito atm-it, o l'azienda che ha sviluppato il CMS)

posted @ domenica 15 luglio 2007 10:34

Print

Comments on this entry:

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 15/07/2007 15:07
Gravatar
Dovresti rimuovere il supporto per le bmp non compresse. Eh già perché anche le bmp possono essere compresse e anche discretamente bene.
E anche togliendo il formato BMP, ci sarebbe ugualmente qualcuno che mette un'immagine pittorica in formato png, ottenendo comunque file enormi.

Le NullBrainException di chi mette le immagini sul web non sono gestibili :)

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 15/07/2007 16:19
Gravatar
Lo scagnozzo magari l'hanno preso perché riescono a sottopagarlo, ma questo non toglie che lui non si è minimamente sforzato e la capacità di crescere dipende da se stessi e non da quello che ti offrono gli altri.
Ognuno è padrone del proprio destino ...

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by simone at 15/07/2007 16:29
Gravatar
Questo è un'altro esempio di cattiva progettazione del SW.
Il CMS in questione non dovrebbe permettere all'editor di inserire un'immagine da 2,6Mb inline. Non ha lo stesse effetto della carrozza della metro che potrebbe schiantarsi per un errore del conducente, ma il concetto è lo stesso: impedire all'utente di fare errori che possono compromettere la "sicurezza" del sistema.

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by simone at 15/07/2007 16:31
Gravatar
... ma probabilmente il CMS sarà stato sviluppato in casa da ATM, facendolo fare al cugino della moglie di qualche capoccia, e quindi è uscito quello che è uscito

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Andrea at 15/07/2007 20:05
Gravatar
Simone: è uscito un mucchio di spazzatura :)

Raffaele: sei poetico, ma sfido uno che tira cassa a fine mese con 800 euro o poco più a volersi impegnare per crescere. Se non si cambia radicalmente sistema, la voglia di darsi da fare sarà sempre più prossima allo 0 e altro che 23esimo posto. Dopo ci aspetta il posto dell'ultima ruota di scorta di un carrozzone a 45 assi.

Per te probabilmente è diverso, hai trovato "spazio" dandoti sicuramente da fare, ma queste fortune non capitano tutti i giorni. Credimi.

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by LorenzoC at 15/07/2007 23:02
Gravatar
@Raffaele:
Una esperienza interessante e' assumere qualcuno a 800 euro al mese e poi metterlo in condizione di "sbattersi" e di "crescere".

Dopodiche' vedi se la tua idea funziona oppure no.

Te lo dico io, nel 99.9% dei casi, no.

La maggior parte delle persone non ama il suo lavoro e lo fa di malavoglia. Quasi tutti fanno il minimo e se possono fregano l'azienda, il collega, il capo, chiunque.

Quando al fatto di non amare il proprio lavoro si aggiunge anche che e' pesantemente sottopagato praticamente fare lavorare queste persone ti richiede un investimento altissimo e costante di sorvegliaza e di costrizione (non fatemi ridere parlando di "motivazione") altrimenti non solo non fa una ceppa ma la fa sbagliata apposta.

E allora prendi uno schiavo e lo nomini sorvegliante/responsabile degli schiavi, con 100 euro in piu' al mese. Cosi a frustare i disperati ci pensa un altro disperato e i costi sono sostenibili. E' un trucco vecchio come il mondo.

Chiaro che da questo meccanismo ti puoi aspettare i livelli di produttivita' e la qualita' delle fabbriche sovietiche.
Ma data la media delle aziende italiane e il tipo di produzione, non fa molta differenza.
Non a caso siamo in concorrenza coi Cinesi, che sono piu' bravi a gestire gli schiavi e a fargli produrre la cacca.



# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 16/07/2007 00:24
Gravatar
Lorenzo, diciamo che sia tutto vero (sottopagato, sfruttato, etc.)... ci rimette solo quello che non coglie l'occasione.
E poi in giro non ci sono aziende che sottopagano e sfruttano ma se uno non si evidenzia per aver fatto delle cose decenti, è evidente che il suo curriculum non dirà mai nulla che sia degno di nota.
Ho assistito a tanti colloqui e sentire uno che ti dice che il suo sogno nel cassetto è quello di avere un posto fisso certamente da l'idea di quanto poco abbia voglia di fare.

Quanto ai cinesi, 100 anni fa i cinesi eravamo noi (il tessile era in mano agli inglesi e negli scantinati in toscana le famiglie, compresi i bambini, lavoravano più di 12 ore al giorno). Poi noi siamo emersi, ma poi è venuta la voglia di oziare e di lamentarsi ... e quindi ora è il momento di cedere il passo a chi lavora più (e in diversi casi anche meglio) di noi.

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 16/07/2007 01:26
Gravatar
Leggasi "non ci sono aziende" ==> "non ci sono solo aziende"

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 16/07/2007 12:24
Gravatar
Lorenzo, siamo quasi completamente daccordo.
Mi spiace che le tue esperienze con le aziende siano state così negative, ma ti assicuro che in giro c'è anche tanta gente contenta del proprio impiego, non fanno le scimmiette e l'aziende non venda fuffa ma compete a livello internazionale nel proprio settore.
Le aziende "pirata" rischiano di diventare un luogo comune che fungono da alibi per quelli che non si sbattono. Non dico sia sempre così ma questo rischio è peggio dell'impiego mal pagato.

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by LorenzoC at 16/07/2007 14:45
Gravatar
Altre due esperienze interessanti sono:
1. andare all'Ufficio per il Lavoro locale, ex Ufficio di Collocamento e fare i due colloqui previsti con il consulente.
2. dopo esserti sentito dire che l'Ufficio per il Lavoro non ti trova nessun lavoro ma devi pensarci da te, andare ad iscriversi in una agenzia "iterinale".

Torno a dire, sono sicoro che ci siano aziende sane e lavori gratificanti, solo che dal mio punto di vista non ne vedo/trovo, quindi e' come dire che esiste la vita extraterrestre.

Vedo che quelli che hanno delle soddisfazioni di solito lavorano in proprio e per potere fare cosi devi essere nella posizione per cui i "clienti" ti vengono a cercare, altrimenti se devi andarli a cercare tu non stai in piedi.

Nel mondo IT io mi imbatto in realta' precarie e dirette da persone che non hanno lo scopo di vivere di IT o la voglia o la capacita' di farlo.
Queste realta' hanno clienti per i quali l'IT e' o una cosa come l'impianto elettrico oppure un gadget, col risultato che o il lavoro e' fatto da "elettricista" o da "creativo".

Il discorso dello sbattersi e' un po' vago. Se ti sbatti puoi andare alle olimpiadi, se ti sbatti puoi fare l'astronauta, se ti sbatti puoi sposare una modella, se ti sbatti qualsiasi cosa.

In realta' per quello che vedo io basta essere bravi a "vendere" - "vendersi". Tutto li. E' un talento non da poco.




# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 16/07/2007 15:55
Gravatar
Lorenzo, mi spiace che tu sia così sfortunato. Le realtà di cui parli esistono certamente ma ...
- Ho tanti amici che hanno avuto esperienze molto positive. Tra questi anche diversi contenti del lavoro interinale che gli consentiva di avere extra tempo per se.
- Se hai assistito a colloqui sai benissimo la difficoltà di trovare qualcuno che abbia un curriculum decente (non dico da superman nè da tuttologi, cosa su cui preferisco non discutere perché ce ne sarebbe da dire).
- Giro, vado da clienti e vedo molti progetti seri, fortemente tecnologici e non così "creativi" o "tanto per fare" come racconti.
Con ribadisco che concordo che ci sono molte realtà come le descrivi tu, ma ignorare che c'è anche tanta gente che non ha nè voglia di lavorare, tantomeno un minimo di umiltà nell'accettare un lavoro che sia all'altezza della propria incapacità e a cui non interessa neppure crescere, è purtroppo una tragica verità.

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by simone at 16/07/2007 16:03
Gravatar
Si, Raf, tu vedi bei progetti perchè sei anche una persona di un certo calibro, con un "nome", e quindi sicuramente non vai dalla metallurgica di turno che ha 2 lire da spendere per sistemare il sistama IT dell'azienda, ma purtoppo la percentuale di aziende che tirano a spendere il minimo è superiore di gran lunga a quella che hanno "progetti seri, fortemente tecnologici"

# re: Obrobri web nel sito ATM-MI.it

Left by Raffaele Rialdi at 16/07/2007 17:34
Gravatar
ok Simone, ma se torniamo all'inzio della discussione, il singolo che vuole emergere deve farlo con le proprie braccia e non aspettare che accada qualcosa.
Visto che qualcosa di buono c'è (sul quanto possiamo stare a discutere all'infinito con buoni esempi da parte di tutti) è impensabile poter ambire a qualcosa di meglio solo aspettando che arrivi. Non per niente la gente in gamba non si trova e appena è sul mercato (vedi monster.it o molti altri) trova impiego subito.
Un mio caro amico che lavora in proprio ha messo una volta il proprio curriculum su internet, solo per vedere quanto avrebbe dovuto aspettare per trovare lavoro. In due giorni sono piovute tante (e buone) offerte. Certo, il curriculum era tosto (e vero) ma fa capire tante cose.
Comments have been closed on this topic.
«novembre»
domlunmarmergiovensab
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011