Technology Experience

Contenuti gestiti da Igor Damiani
posts - 949, comments - 2741, trackbacks - 15120

My Links

News

  • Questo blog si propone di raccogliere riflessioni, teoriche e pratiche, su tutto quello che riguarda il world-computing che mi sta attorno: programmazione in .NET, software attuale e futuro, notizie provenienti dal web, tecnologia in generale, open-source.

    L'idea è quella di lasciare una sorta di patrimonio personale, una raccolta di idee che un giorno potrebbe farmi sorridere, al pensiero di dov'ero e cosa stavo facendo.

    10/05/2005,
    Milano

Archives

Post Categories

Generale

Friday, April 6, 2007

Download aggiornato per il VivendoByte Emoticons plug-in

Molti, molti mesi fa qualcuno di UGI mi aveva segnalato un problema sul mio plug-in in WPF per Windows Live Writer. Avevo realizzato un piccolo batch che copiava le immagini dalla directory di installazione alla directory dove poi il plug-in si aspettava di trovarle. Il fatto era che il batch le copiava in un posto, e poi il plug-in le cercava in un altro e quindi veniva sollevata un'exception: questo mi pare di ricordare che succedesse solo su un OS non localizzato in italiano, ma non ricordo bene 'sta cosa.

L'amico di UGI che mi aveva segnalato la cosa non si deve offendere se non ricordo il suo nome: dimentico un po' troppo spesso i nomi delle persone, persino degli amici che conosco da 20 anni!!!! E non è una frase fatta solo per farmi perdonare, è così sul serio.

Ho appena uploadato la versione corretta dell'installer, scaricabile da qui. L'installer installa di default dentro:

C:\Program Files\VivendoByte\Emoticons plug-in for Windows Live Writer

Qui dentro trovate l'assembly VivendoByteEmoticons.dll che va copiato manualmente dentro C:\Program Files\Windows Live Writer\Plugins. Volendo lo si può far fare al file batch Install.bat: assicuratevi solo di farlo girare come Administrator, perchè altrimenti non ha i permessi per accedere a C:\Program Files.

Anche se non vi dice nulla, al primo avvio il plug-in copia automaticamente le emoticons nella directory giusta, per cui adesso siete a posto. Sotto il mio Windows Vista English tale directory è C:\ProgramData\VivendoByte Emoticons. Volendo, potete aggiungere/rimuovere tutte le emoticons che volete, o creare tante cartelle per poterle organizzare come volete voi.

Il plug-in è scaricabile gratuitamente da qui

posted @ Saturday, April 7, 2007 7:27 PM | Feedback (0) | Filed Under [ Sviluppo .NET ]

Un boom per i miei 'Video OT del Venerdì'

I miei colleghi dell'azienda dove lavoravo fino a poco più di una settimana fa hanno scoperto la serie dei miei Video OT del Venerdì, pubblicati su YouTube. Alcuni di questi video hanno avuto un boom di visite. E non solo: mi hanno detto tutti...sono fenomenali, continua così, sei forte, sei troppo ridicolo! :-)

A me non può che far piacere, ma sinceramente pensavo di non farli più. Ne parlavo con qualche amico di UGIdotNET qualche settimana fa mentre mangiavamo a Crema da qualche parte. Il mio canale rimarrà sempre lì a disposizione, ma probabilmente ci metterò su qualche filmato che mi riguarda da vicino e che mi piace condividere con gli altri, come la mia Fiat 500 che sale per prima nella stiva della nave per andare a Barcellona, oppure l'atterraggio a Genova del volo Barcellona-Genova di mio fratello che ha fatto durante la lunga (e a tratti noiosa) navigazione di ritorno a casa.

Una cosa è certa: non riesco a tenere il ritmo di un video a settimana. Richiede troppo tempo pensare cosa dire, riprendermi per 10 minuti, riversare il video su PC, comprimerlo, pubblicarlo e scrivere il post. Ed inoltre, ho una vita privata, ho cambiato lavoro, problemi di salute di mia madre che solo adesso si sta riprendendo un pochino...insomma, di cose da fare ne ho. Sono molto più veloce a scrivere, sono più a mio agio, ma non è solo questo. Il fatto è che mi piace l'interattività: se i miei video fossero visti da 10.000 persone ma non ho un riscontro, non serve a nulla. Mi piaceva scrivere gli OT del Venerdì un po' polemici perchè alla fin fine si parlava, si discuteva, ci si scannava, e a me piaceva così. I video sono troppo unidirezionali, come qualcuno mi aveva detto in un commento alcuni mesi fa. Con questo non voglio dire che non li farò più, dico solo che non sarò così costante come era mia intenzione fare all'inizio. Alcuni di voi ogni tanto mi hanno contattato sul Messenger o via e-mail e si dichiarano fan dei miei Video OT del Venerdì: spero che non rimangano delusi da questa cosa. Sappiate che ero piuttosto contento di avere il vostro tifo e sapere di avere qualcuno dalla mia parte era gratificante. :-)

posted @ Saturday, April 7, 2007 11:02 AM | Feedback (3) | Filed Under [ Tecnologia ]

Connettere l'emulatore Pocket PC via ActiveSync

Avrete capito dagli ultimi post che ho scritto che attualmente mi occupo dello sviluppo su dispositivi mobile, Pocket PC 2003 e Windows Mobile: questo vuol dire finalmente tanto .NET e C#, sfruttando il Compact Framework con tutti gli annessi e connessi. La cosa più affascinante è sentir parlare di classi astratte, di metodi factory e di tutti concetti che nell'azienda dove ero prima semplicemente mi sognavo. :-)

Oggi ho cominciato ad ingranare sul serio. E' difficile inserirsi in un progetto già in fase di sviluppo, mi devo ritagliare il mio spazio, e soprattutto inserirmi nel team che definire vulcanico è un eufemismo.

Sviluppando su palmare, è essenziale sfruttare al meglio l'emulatore offerto da Visual Studio 2005. L'emulatore è piuttosto affidabile, e segue lo stesso comportamento di un palmare vero e proprio. Ci sono ovviamente alcuni vantaggi nell'usare un emulatore piuttosto che un palmare vero e proprio:

  1. non consumate batterie di alcun tipo
  2. se dovete digitare qualcosa sull'emulatore, potete farlo usando la tastiera

Con Visual Studio 2005 potete persino simulare la connessione tramite ActiveSync. Ieri pomeriggio ho perso un pochino di tempo su questo. Il mio codice deve scaricare da un server Web un file zip e salvarselo in locale per dezipparlo e fare qualche lavoretto sui files contenuti nel file compresso. Il codice è simile a quanto riportato qui di seguito:

public void DownloadPackage() { int byteRead = 0; int totalByteRead = 0; int offset = 0; int packet = 1024; Uri url = new Uri(@"http://server/download.zip"); HttpWebRequest myReq = (HttpWebRequest)WebRequest.Create(url); Stream odlDownload = myReq.GetResponse().GetResponseStream(); ... ... }

Una volta ottenuto il riferimento allo stream, è possibile scaricare il file via http. Il problema è: come poter andare su Internet (o sulla propria LAN) con l'emulatore del Pocket PC? Per default, l'emulatore non è connesso alla rete, e quindi non può accedere ad http, nemmeno se si tratta di raggiungere un sito Web hostato da IIS sul PC di sviluppo.

La risposta, una volta che la si conosce, è piuttosto semplice. Installiamo innanzitutto ActiveSync sul PC su cui stiamo sviluppando. Poi tiriamo su l'emulatore del Pocket PC premendo F5 da Visual Studio 2005:  questa operazione compila il progetto, attiva l'emulatore, fa il deploy della soluzione sul palmare e fa partire l'eseguibile. La soluzione consiste nel connettere il Pocket PC emulato all'ActiveSync sul PC: per farlo, è sufficiente andare su Tools --> Device Emulator Manager, trovare l'emulatore che è in esecuzione, cliccare col destro e cliccare sulla voce Cradle. Se l'ActiveSync sul PC accetta connessioni da USB, vedrete che l'emulatore si connette normalmente come se fosse un palmare reale a tutti gli effetti. Stessa cosa per il PC: l'icona di ActiveSync nella tray-bar diventa verde e dovrebbe partire il wizard che permette la creazione di una relazione tra PC e palmare. Non fatevi troppe menate, impostate la relazione come 'ospite' e siete a posto.

posted @ Friday, April 6, 2007 9:24 AM | Feedback (3) | Filed Under [ Sviluppo .NET ]

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET