Technology Experience

Contenuti gestiti da Igor Damiani
posts - 949, comments - 2741, trackbacks - 15120

My Links

News

  • Questo blog si propone di raccogliere riflessioni, teoriche e pratiche, su tutto quello che riguarda il world-computing che mi sta attorno: programmazione in .NET, software attuale e futuro, notizie provenienti dal web, tecnologia in generale, open-source.

    L'idea è quella di lasciare una sorta di patrimonio personale, una raccolta di idee che un giorno potrebbe farmi sorridere, al pensiero di dov'ero e cosa stavo facendo.

    10/05/2005,
    Milano

Archives

Post Categories

Generale

Quella volta che il byte venne persistito

Erano parecchi milioni di cicli di clock che al byte le cose non andavano bene. Era continuamente sbattuto da una parte all'altra, correndo e raccogliendo dati ed informazioni che, lo sapeva bene, servivano e contribuivano al buon funzionamento del sistema.

Era stufo, stanco e stressato. Sempre più spesso gli capitava di incontrare altri bytes come lui, lungo i bus di sistema e i condotti di memoria RAM. Gli raccontavano che c'era un posto dove ci si poteva riposare, dove si faceva vacanza. C'erano posti dove ci si fermava per secondi interi, a volte anche minuti, senza che nessuno battesse ciglio.

Il byte sognava questi posti, li desiderava con tutte le sue forze.
Lui comunque non poteva farci niente: finchè nessuno glielo ordinava, lui non poteva andarci autonomamente. Doveva solo aspettare, pazientemente, mentre a velocità folli riceveva continuamente indicazioni e direttive per andare da un indirizzo di memoria all'altro.

A volte, gli capitava di capire per chi stava lavorando: a volte percepiva qualcosa, capiva di far parte di un'immagine BMP, per esempio. Oppure, ricordò il byte, che emozione quella volta che fece parte di un algoritmo interno di Flight Simulator...i suoi capi gli dissero che in quel momento conteneva la IAS di quel piccolo Cessna in volo sopra Milano-Linate (il byte non capì nulla, ovviamente, che diavolo è un Cessna????, ma era felice lo stesso).

Oggi pomeriggio, al byte capitò di lavorare per NHibernate. E' il nostro momento, gli dissero i bytes vicini, stiamo per essere persistiti in seguito ad un'operazione CRUD. Non capì, ma non gliene importò poi molto.

Il byte in una frazione di secondo venne persistito su un database SQL Server.
Fu la pace, la lunga vacanza che per milioni di cicli di clock aveva tanto agognato.
Il byte pianse dalla commozione. Era felice, riposato e rilassato. Si godette il momento e tutti quelli dopo.
Ringraziò il processo NHibernate e i suoi Creatori, che avevano reso possibile il miracolo.
Sperò che i Creatori usassero NHibernate sempre più spesso!
Si augurò anche che prima o poi tutti i bytes potessero essere persistiti.

Se le augurò con tutto il cuore.

powered by IMHO 1.2

Print | posted on Wednesday, September 28, 2005 5:42 PM | Filed Under [ 010 .bytes. 010 ]

Feedback

Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

Post molto divertente!
9/28/2005 5:59 PM | Roberto Messora
Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

Un mito...
9/28/2005 6:06 PM | Sargasso
Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

Forte :)
9/29/2005 9:28 AM | Diego
Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

Dai retta a me: hai un futuro davanti, lascia perdere la programmazione e diavolerie varie.. datti alla sceneggiatura ;-))
9/29/2005 11:04 AM | python
Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

Beh il mio era un complimento sincero, leggerlo mi è piaciuto e devo dire che leggendo parecchie cose, anche del genere, sono rimasto ... a bocca aperta...
bravo
9/29/2005 5:03 PM | python
Gravatar

# re: Quella volta che il byte venne persistito

ottima storia :-)
10/7/2005 9:59 PM | gio
Comments have been closed on this topic.

Powered by:
Powered By Subtext Powered By ASP.NET