L'arte di lavorare con Workflow Foundation - #2

Molto tempo fa scrissi un articolo sullo User Interface Application Block in cui parlai di grafi navigazionali, dare la possibilità ad un applicativo di "guidare" e mostrare la propria interfaccia utente mediante l'uso di un file xml dotato di un apposito schema in cui potevo scrivere il percorso delle transizione che le singole forms della mia applicazione potevano fare secondo ciò che l'utente sceglieva di volta in volta. Bello.

Mi rendo conto solo ora che ciò è possibile anche con WF.

Posso progettare e implementare una activity che funga da navigatore del mio grafo. Molto bello.

Mi occorrono fondamentalmente tre cose: il punto di partenza, il punto di arrivo e una "memoria storica" dei percorsi precedenti, una sorta di segnalibri; penso quindi, in maniera semplificata, ad una classe NavigationManager di tipo CompositeActivity e a due property TheFirstIs e TheNextIs - la raccolta di segnalibri, poi, non è altro che una collection di Activities. Bellissimo.

Ora penso al #3 di questo post.

 

posted @ martedì 27 febbraio 2007 04:19

Print

Comments on this entry:

# re: L'arte di lavorare con Workflow Foundation - #2

Left by Mighell at 27/02/2007 11:53
Gravatar
Ciao Fabio,
per asp.net esiste un pageflow molto carino e, con qualche modifica, la cosa potrebbe essere adattata anche a Windows Forms (o WPF) ma, come ho già detto qui: http://www.dotnetside.org/blogs/mighell/archive/2007/01/28/Rules-Driven-Pageflow.aspx , il componente è decisamente utile, IMHO, quando dobbiamo gestire flussi complessi e che richiedono una certa customizzazione. Per sistemi semplici e "statici", trovo sconveniente tirare su il runtime di Workflow Foundation.
Il runtime ha sempre un peso e WF non è che sia propriamente un mostro in prestazioni ;).
Ciao :)

# re: L'arte di lavorare con Workflow Foundation - #2

Left by Fabio Carucci at 27/02/2007 13:06
Gravatar
Ciao Mighell,
grazie per il feedback. Credo anche io che WF abbia un notevole peso, in effetti il suo obiettivo non è certo quello di far girare applicazioni più velocemente bensì di strutturarne i flussi; tuttavia sistemi "statici" con centinaia di viste utente lato user presentation "incastrate" tra loro secondo molteplici percorsi ne esistono e, forse, in alcuni casi, WF potrebbe starci comunque. Ottimo il pack di rules relativo al pageflow, appena ho un attimo lo provo.
Un saluto.

-Fabio
Comments have been closed on this topic.
«marzo»
domlunmarmergiovensab
252627282912
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456