[Architecture] Aforismi per l'architettura

A mio modo di vedere (confermato dagli infiniti post a riguardo) l'architettura e le metodologie software possono essere riassunte nella testa di un buon architetto con cinque o sei aforismi fondamentali, Fowler stesso sforna in continuazione "aforismi" per riassumere al meglio i suoi preziosi consigli. Chi è un buon architetto? La sua astrazione non è banale, i punti di vista sono molti, ma se è vero che una delle definizioni di intelligenza è "la capacità di adattare a proprio vantaggio il mondo circostante", forse, un buon architetto software è colui che riesce ad "ottenere la soluzione più vantaggiosa dati: il progetto, le tecnologie e il team a disposizione". In quest'ottica il project manager e l'architetto tendono ad una sfumatura di ruolo. La frase che mi ha colpito, e che purtroppo tengo troppo poco come faro nella nebbia è: "è più facile unire le stupidità che far collaborare le intelligenze". Pensandoci, questo aforisma è vero in molti casi, nei team in cui lavoro, specialmente nella fase iniziale, si tendono a produrre molte "collisioni" su chi si deve occupare di cosa e a stabilire quale sia la soluzione più intelligente, tendendo spesso a voler far vincere la propria. Lo sforzo maggiore invece si dovrebbe investire nel capire come orchestrare al meglio il cervello di tutti per produrre una sinfonia di capacità che diano il massimo nella risoluzione del problema centrale: il progetto. Come sempre, tutte queste riflessioni, anche banali, sono espresse modestamente, senza alcuna pretesa, forse sono più un memorandum per me che le scrivo, per ricordarle la prossima volta che mi affaccerò ad un nuovo scenario, ad una nuova sfida :-).

Matteo Migliore.

Add Comment Filed Under [ Architettura ]
Comments have been closed on this topic.